Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Territorio, sport e scuola. Il caso della ginnastica ritmica in Valle d'Aosta

Una parte considerevole di questa ricerca è dedicata alla ginnastica ritmica. Infatti, il primo capitolo tratta dei diversi approcci allo sport, ma funge da ponte per parlare, appunto, della ginnastica ritmica, in quanto se ne analizzeranno la nascita, la graduale diffusione fino ad oggi, e se ne proporrà la pratica in quanto disciplina formativa in ambito scolastico.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 6 - Introduzione Una parte considerevole di questa ricerca è dedicata alla ginnastica ritmica. Infatti, il primo capitolo tratta dei diversi approcci allo sport ma, aprendo alla dimensione spaziale dello stesso, funge da ponte per parlare, appunto, della ginnastica ritmica, in quanto se ne analizzeranno la nascita, la graduale diffusione fino ad oggi, in cui è riconosciuta come disciplina olimpica, e in Valle d‟Aosta, e se ne proporrà la pratica in quanto disciplina formativa in ambito scolastico. L'intento di questa ricerca è certamente quello di capire i fondamenti dello sport in generale e dei suoi obiettivi formativi, ma si cerca anche di perseguire tale intento soprattutto attraverso lo studio di uno sport particolare. Da qui la struttura di questo lavoro. Tutto il primo capitolo sarà dedicato allo sport in generale, analizzandolo come fenomeno complesso, tracciandone un diagramma storico e percorrendo infine la strada della sua diffusione e del suo impatto nella società, con i suoi risvolti problematici (per esempio, il teppismo calcistico) e le sue difficoltà (concernenti, ad esempio, il divieto olimpico alle donne da parte dello stesso de Coubertin). La strada della diffusione dal secondo capitolo in poi sarà la direttrice di marcia esplicitata e chiarita, non solo sottesa ai due capitoli che seguono: essa disegna la linea del percorso successivo della ricerca che concretamente si interesserà, come si è detto, della ginnastica ritmica, intesa come modello per descrivere le potenzialità dello sport, di ogni sport. Infatti la ritmica è analizzata certamente con l'intento di farla conoscere, di farne capire la natura, ma anche di proporla come sport praticabile nella scuola. In tal modo la trattazione sulla ginnastica ritmica realizza un obiettivo pedagogico, perché propone questo sport come formativo. D'altro canto, il mettere la disciplina della ritmica in relazione con il territorio in cui è nato, allargando lo sguardo ai luoghi e poi all'evoluzione della pratica sportiva stessa, oltre a consentire un discorso attinente alle scienze geografiche (già peraltro affrontato per lo sport in generale), permette un approfondimento

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della formazione

Autore: Camilla Di Tommaso Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1301 click dal 10/12/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.