Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Guida di Londra di Oscar Wilde

La scena culturale inglese si è molto evoluta rispetto al periodo Vittoriano, gli anni tra il 1837 e il 1901 in cui sul trono d‟Inghilterra regnò la regina Vittoria (dando vita al più lungo regno della storia inglese, ben 64 anni). È noto come all‟epoca una cerchia ristretta di aristocratici dettasse le regole di una società chiusa in sè stessa e nelle proprie austere regole morali, che limitavano di molto il libero arbitrio degli individui. Era una città diversa rispetto alla Londra aperta e libertina che conosciamo oggi e a farne le spese sul finire del XIX secolo, fu il più grande ed innovativo intellettuale, scrittore e commediografo di quegli anni, Oscar Wilde. Irlandese di nascita, egli raggiunse la fama nel corso degli anni trascorsi nella città di Londra.[...] In questa tesi è stato invece utilizzato un approccio diverso e inedito: concentrandosi esclusivamente sulla figura di Oscar Wilde, sulle sue vicende biografiche e su tutta la sua produzione scritta, è stata redatta una lista di punti d‟interesse di Londra (molti di essi non comparivano nelle opere precedenti), che sono poi venuti a formare un itinerario organico all‟interno della città.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Figura 1 Panorama notturno sul Tamigi Londra con quasi 8 milioni di abitanti ed una superficie di più di 1600 kmq è una metropoli in continua evoluzione, con una storia lunga ed affascinante testimoniata da palazzi, gallerie d‟arte, musei e monumenti di epoche differenti. Questo patrimonio artistico e architettonico attrae ogni anno oltre 26 milioni di turisti.2 Una peculiarità della cittadinanza londinese è quella di essere composta dal maggior numero di gruppi etnici e lingue differenti rispetto a ogni altra capitale europea soprattutto a causa del passato coloniale. Tutto ciò ha contribuito moltissimo alla varietà del paesaggio culturale di Londra, rendendola una città tollerante, che non ha mai scelto i propri abitanti ma è sempre stata tradizionalmente pronta ad accogliere tutti. 2 Cifra relativa al 2008 dal sito http://www.visitbritain.org/.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alberto Frea Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3362 click dal 15/12/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.