Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tassazione dei redditi da partecipazione

Questa tesi analizza la disciplina fiscale applicabile ai redditi da partecipazione.
In particolare si considerano i capital gain e le attribuzioni di utili ai soci di società nelle loro diverse forme.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 1 Primo Capitolo INTRODUZIONE 1.1 Premessa - 1.2 Nozione di partecipazioni. Generalità - 1.3 Oggetto e delimitazione del lavoro. 1.1. Premessa È ben noto che l’esercizio di attività imprenditoriali avviene, in misura sempre crescente, sotto forma societaria. La necessità di ottenere vantaggiose situazioni competitive in termini di produzione e di distribuzione della ricchezza porta a ritenere la veste societaria la più idonea allo svolgimento di attività imprenditoriali quali il coordinamento di fattori produttivi, capitali, risorse umane, risorse “invisibili” ed all’utilizzo delle sinergie da essi generate. Le partecipazioni rappresentano lo strumento attraverso il quale le persone fisiche si inseriscono nel contesto societario, potendo effettuare la scelta del tipo di società, tra quelle previste dal nostro sistema di diritto commerciale, in funzione di quelle variabili che normalmente incidono su questo genere di decisioni, come ad esempio, la limitazione della responsabilità e la dimensione dell’impresa. La realtà economica del nostro paese ci pone di fronte ad una struttura imprenditoriale fondata sulla prevalenza di imprese di piccole e medie dimensioni. Gli assetti proprietari delle società tramite le quali dette imprese sono gestite sono spesso concentrati nelle mani di un unico o di pochi gruppi familiari. D’altro canto, il ceto imprenditoriale italiano mostra una consolidata propensione per il mantenimento del controllo dell’impresa nell’ambito originario (che spesso è proprio quello familiare), cosicché, a fronte di una crescita dimensionale dell’impresa non sempre corrisponde un allargamento della base proprietaria; sono noti, al riguardo, i frequenti richiami degli economisti alla ristrettezza del mercato borsistico italiano in raffronto con il grado di avanzamento del nostro sistema capitalistico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianni Bellucci Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5625 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.