Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Recruitment and juvenile community structure of stony corals in the Maldives: spatio-temporal variations and importance of the size of the sample unit

In recent decades, studies have been conducted concerning the rate of recruitment of stony corals in many coral reef environments, in order to monitor the status of the community and its ability to recover after disturbances connected to the increasing local (eg, eutrophication) or global (eg, global warming) anthropogenic forcings. The variables affecting reef coral larvae, such as the light intensity, the rate of sedimentation, the intensity of grazing and the density of other fouling organisms, change considerably at the time of settling on the reef. For this reason, we studied the abundances of recruits and juveniles of the main genera of stony corals in different atolls of the Maldives, along three different bathymetric levels, in sites chosen on the lagoon or the ocean side of the reef. The results show that the depth and position on the reef are crucial for the recruitment rate. This study highlights a steady recovery of Maldivian coral reefs, despite their full recovery is threatened by the possibility of repeating thermal anomalies, such as the one that led to the mass bleaching and subsequent mortality of stony corals in 1998.

Mostra/Nascondi contenuto.
31. INTRODUZIONE Negli ultimi decenni sono stati condotti studi riguardanti il tasso di reclutamento dei madreporari in numerosi ambienti di scogliera corallina intorno al mondo (Glassom et al., 2006). Come risultato, stanno emergendo modelli globali e regionali di reclutamento dei coralli (Glassom et al., 2006): il tasso di reclutamento infatti sembra variare con la latitudine (Harrison e Wallace, 1990; Hughes et al., 2002) e, a scala locale, varia con la profondità e le caratteristiche del substrato (Baird e Hughes, 1997; Dunstan e Johnson, 1998; Hughes et al., 1999; Glassom et al., 2004). Al momento di stabilirsi sul substrato le variabili che condizionano le larve di corallo, come l’intensità della luce, il tasso di sedimentazione, l’intensità di grazing e la densità di altri organismi incrostanti, cambiano in maniera considerevole (Mundy, 2000). La conoscenza dei livelli e delle modalità di reclutamento dei coralli è particolarmente importante per la conservazione e la gestione della scogliera corallina, soprattutto perchè una stabile o prevedibile abbondanza e copertura di coralli adulti non implica necessariamente che i processi sottesi, come il reclutamento che mantiene queste comunità, siano ugualmente prevedibili (Hughes et al., 1999). Quindi lo stato futuro di un reef può essere valutato meglio attraverso lo studio di processi dinamici, come il tasso di reclutamento, piuttosto che attraverso la condizione attuale della sua comunità di coralli adulti (Sale, 1999). Studi sul reclutamento dei coralli alle Maldive sono stati effettuati, su strutture naturali e artificiali, in relazione al recupero della scogliera corallina in seguito allo sbiancamento o bleaching del 1998 e alla conseguente mortalità massiva di madreporari (Edwards et al., 2001; Bianchi et al., 2006a,b). Questo evento si è verificato a causa del più forte fenomeno El Niño mai registrato che ha provocato valori particolarmente elevati della temperatura delle acque superficiali (Wilkinson, 2000; Bianchi et al., 2006a,b). Il prolungarsi di queste anomalie termiche ha determinato la perdita nei coralli costruttori delle microalghe simbionti e/o dei loro pigmenti, impedendo così ai madreporari di sfruttare i prodotti della fotosintesi algale (Douglas, 2003) (Fig. 1).

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Ambientali

Autore: Ulisse Cardini Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 236 click dal 22/12/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.