Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fenomeno migratorio. Analisi dell’utenza UGL di Latina

La ricerca condotta all’interno della sede UGL di Latina, ha permesso di focalizzare diversi aspetti riguardanti l’immigrazione in un contesto altamente ristretto.
Il lavoro svolto in un tempo decisamente breve, un mese, ci ha portato a tracciare un quadro complessivo (ovviamente non esaustivo) delle situazioni e delle percezioni dei protagonisti.
Per quanto concerne la metodologia, è interessante sottolineare come lo strumento utilizzato sia stato un buon mezzo per avvicinarci ai cittadini immigrati, al fine di studiare i contesti d’immigrazione.
E’ emerso un sostanziale apprezzamento nei confronti del questionario, anche se si è rilevato uno strumento nuovo in questo tipo di ambiente.
La risposta dei soggetti intervistati si è rilevata altamente positiva, ogni item è stato risposto in modo appropriato ai fini dell’indagine.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L‟ immigrazione è un fenomeno mondiale che è stato acuito dal progressivo espandersi della globalizzazione dei mercati e dalla finanziarizzazione dell‟economia che ha gradualmente spazzato via le economie di sussistenza che caratterizzavano la vita economica di molti paesi in via di sviluppo, spezzando i fragili equilibri di paesi alla ricerca di modelli di sviluppo sostenibili. Tutto ciò ha innescato un progressivo ed inesorabile processo che spinge centinaia di migliaia di individui ad abbandonare i propri paesi di origine attratti dalle lusinghe del popolo occidentale. Il nostro paese, che per oltre un secolo è stato terra di emigrazione, negli ultimi 36 anni ha dovuto confrontarsi, sul piano politico e culturale, con flussi migratori provenienti da tutto il mondo. Si è passati da 144.000 stranieri del 1970 ai 3 milioni attuali. L‟ Italia non è più solo un paese di transito, ma è divenuto un paese di prima scelta soprattutto per i cittadini asiatici ed europei. Nel primo capitolo di questa prova finale, è stata approfondita la storia che ha portato questo fenomeno ad espandersi nella nostra vita quotidiana, evidenziando attraverso le parole dello storico Ira A. Glazier ciò che oggi sta facendo da protagonista: ”al fenomeno delle migrazioni è stato riconosciuto un ruolo centrale, tanto per il peso che esse hanno esercitato nella storia del Novecento, quanto per le espansioni che se ne vedono in prospettiva.” (Glazier I. A.,Torino 1996, p. 98) Le migrazioni, dunque, non sono un fenomeno esclusivamente contemporaneo e non coincidono con i soli movimenti di massa. Nel paragrafo successivo è stato enfatizzato il ruolo della nostra nazione in questo continuo dinamismo.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Alessandra Di Marco Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 494 click dal 23/12/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.