Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti dei mutamenti d'uso del suolo sul regime idrologico del Sarca di Campiglio chiuso a Ponte Plaza (TN)

Oggetto del presente studio sono gli effetti sul regime idrologico del bacino chiuso a Ponte Plaza dovuti ai mutamenti d'uso del suolo nel periodo che va dai primi anni cinquanta agli ultimi anni ottanta. In tale contesto vengono considerate variazioni di segno opposto: modificazioni verso forme più conservative o verso forme meno conservative.
In particolare si fissa l’attenzione sul fenomeno idrologico ritenuto più significativo per il bacino ovvero la formazione della piena.
I risultati sperimentalmente ottenuti riassumono l'effetto congiunto tra l'elevata vocazione turistico-ricreativa della zona e l'impostazione naturalistica della politica selvicolturale trentina.
Quest’ultima è tesa al miglioramento e al mantenimento di elevati livelli di equilibrio e di complessità ecologica degli ecosistemi forestali ai quali è direttamente correlata un’ottima efficienza idrologica.
Al fine di evidenziare l’effetto del bosco al riequilibrio del regime idrologico si è proceduto alla separazione, mediante "sovrapposizione tematica”, delle due componenti di cui sopra.
In altri termini si è cercato di valutare l'entità dell'azione "regimante" del bosco sui processi idrologici, nei confronti delle modificazioni meno conservative dell'uso del suolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. INTRODUZIONE Il bacino montano del fiume Sarca oggetto di indagine, si trova nella zona montuosa delle Dolomiti di Brenta. Il Sarca percorre buona parte della Val Rendena, situata all'estremo occidente della provincia di Trento al confine con la Lombardia, e la valle del “Sarca”, per poi sfociare nel Lago di Garda. Il bacino è chiuso in località Ponte Plaza (1134 m) e ha un'estensione di 71 km 2 . Poche centinaia di metri a monte di Ponte Plaza è presente un'altra sezione di chiusura denominata Ponte Seghe, la quale esclude due importanti affluenti di sinistra, tanto che tale sezione sottende un sottobacino di appena 23.7 km 2 . L’assetto del territorio è soggetto a mutamenti che rispecchiano le mutevoli esigenze della comunità umana che su esso insiste. I tempi e le modalità con cui tali variazioni avvengono sono particolarmente interessanti ai fini della presente indagine idrologica. “Gli usi del suolo presenti in un bacino idrografico costituiscono in genere non già l'espressione di una vocazione naturale, bensì il risultato di un intenso e continuo modellamento ad opera dell'uomo e delle sue molteplici attività” (Dalla Fontana, 1992). Le altre caratteristiche di un bacino (geomorfologia e clima) che hanno notevoli ripercussioni sul ciclo idrologico, sono poco o per nulla influenzabili dalla presenza dell’uomo. Oggetto del presente studio sono gli effetti sul regime idrologico del bacino chiuso a Ponte Plaza dovuti ai mutamenti d'uso del suolo nel periodo che va dai primi anni cinquanta agli ultimi anni ottanta. In tale contesto vengono considerate variazioni di segno opposto: modificazioni verso forme più conservative o verso forme meno conservative.

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Eliseo Antonini Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1868 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.