Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Decontestualizzazione di un testo dalla tv al web: effetti della viralità sulla testualità e sulla fruizione

Dal 15 settembre 2009, 74987 visualizzazioni su youtube , “Berlusconi Lie(s) To me”. Il mio lavoro muove dalla curiosità stimolata da questo video, che taglia e incolla spezzoni di due testi diversi: una fiction, “Lie to me”, e un testo informativo, il video di Silvio Berlusconi in conferenza stampa alla Maddalena. Lo studio di testi pensati, in un primo momento, per un contesto mediatico differente da quello del web, mi ha spinta a fare del fenomeno della convergenza, con riferimento ai suoi aspetti culturali oltre che tecnologici, il binario principale della mia analisi. Il web 2.0, in particolare, ha rivoluzionato le pratiche dei produttori e degli spettatori, oltre che i formati e l’estetica dei testi. Individuare gli elementi di analogia e di discontinuità di un testo che approda sul web è l’obiettivo di sfondo del mio percorso, accompagnato da una riflessione costante sul concetto di genere, che si propone di riconoscere gli effetti che la diffusione e la rielaborazione dei testi sul web producono sul genere. Dopo un primo capitolo teorico in cui illustro gli strumenti offerti dalla semiotica e la sociosemiotica per lo studio della materia, la tesi offre una riflessione sui generi fiction e informazione, proponendosi di analizzare i due testi di cui si compone il nostro video di analisi. In conclusione, lo studio del video

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 1 Dal 15 settembre 2009, 74987 visualizzazioni su youtube, “Berlusconi Lie(s) To me”. Il mio lavoro muove dalla curiosità stimolata da questo video, che taglia e incolla spezzoni di due testi diversi: una fiction, “Lie to me”, e il video di Silvio Berlusconi in conferenza stampa alla Maddalena. Le parti dei due testi vengono incastrate come pezzi di un puzzle, andando a comporre un unico e nuovo testo che va ad inserirsi in un diverso e nuovo contesto, il web. La Tesi di Laurea si propone di affrontare l’analisi di questo testo non solo con gli strumenti offerti dalla semiotica, ma anche dalla sociologia della comunicazione e della sociosemiotica. In corso d’opera, però, il video “Berlusconi Lie(s) to me”, da punto di partenza diventa il punto d’approdo e l’ultimo capitolo di un percorso che, prima di analizzare “il particolare”, si propone di costruire e ricercare tutti gli strumenti necessari alla sua comprensione. Il primo capitolo, il più teorico e generale, si propone di illustrare nella maniera più chiara e semplice possibile gli strumenti, semiotici e socio-semiotici, di cui si farà uso nella trattazione. Una prima parte quindi sarà dedicata all’illustrazione della semiotica narrativa, e, concentrandomi particolarmente sugli studi di Greimas, ho provato a rendere chiari i motivi per cui la semiotica della narratività si dimostra la scienza privilegiata per lo studio della materia. In particolare l’introduzione dei concetti di isotopia e genere, utili ad affrontare gli oggetti del secondo e terzo capitolo: i generi Fiction e Informazione. Una seconda parte sarà invece dedicata agli strumenti offerti dal particolare campo di indagine costituito dalla sociosemiotica, partendo dalla semiotica di Greimas 1 Al giorno 7 Novembre 2010. 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Rita Lisa Vella Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 863 click dal 19/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.