Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intangible assets e marchi: aspetti giuridici ed economici

Nel presente lavoro orientato nell’ambito della proprietà intellettuale vengono indicati gli indirizzi che sono stati espressi dalla dottrina sulla natura e sul carattere immateriale o materiale del marchio.
Si tracciano i confini e sono individuate le differenze tra il marchio e la marca, il based brand equity ed il valore finanziario della marca, attraverso un esame trasversale di tipo giuridico,economico ed analitico del marketing.
Nell’esaminare il marchio sotto l’aspetto del diritto viene data importanza sia alle fonti normative nazionali sia ai regolamenti europei ed alle convenzioni.
Ciò al fine di avere un framework di tipo comparatistico intercettando le somiglianze e le differenze con le norme che regolano il marchio comunitario ed il marchio internazionale.
Non si tralasciano riferimenti alla tutela doganale del marchio, alle modalità di ricerca di anteriorità, di registrazione, alla contraffazione e concorrenza sleale, alla mediazione ed all’ arbitrato nell’ambito della proprietà intellettuale dei marchi.
Sotto l’aspetto economico si esaminerà la valutazione contabile e la classificazione in bilancio del marchio nell’ambito dei beni immateriali secondo i principi OIC ed i principi internazionali IFRS/IAS 38.
Si effettuerà anche un esame degli intagible assets gettando uno sguardo sulla valutazione economica del marchio attraverso il metodo del costo, il metodo economico ed il metodo di mercato, per chiudere il lavoro con le forme possibili di gestione finanziaria del portafoglio di IP.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE Nel presente lavoro orientato nell’ambito della proprietà intellettuale vengono indicati gli indirizzi che sono stati espressi dalla dottrina sulla natura e sul carattere immateriale o materiale del marchio. Si tracciano i confini e sono individuate le differenze tra il marchio e la marca, il based brand equity ed il valore finanziario della marca, attraverso un esame trasversale di tipo giuridico, economico ed analitico del marketing. Nell’esaminare il marchio sotto l’aspetto del diritto viene data importanza sia alle fonti normative nazionali sia ai regolamenti europei ed alle convenzioni. Ciò al fine di avere un framework di tipo comparatistico intercettando le somiglianze e le differenze con le norme che regolano il marchio comunitario ed il marchio internazionale. Non si tralasciano riferimenti alla tutela doganale del marchio, alle modalità di ricerca di anteriorità, di registrazione, alla contraffazione e concorrenza sleale, alla mediazione ed all’ arbitrato nell’ambito della proprietà intellettuale dei marchi. Sotto l’aspetto economico si esaminerà la valutazione contabile e la classificazione in bilancio del marchio nell’ambito dei beni immateriali secondo i principi OIC ed i principi internazionali IFRS/IAS 38. Si effettuerà anche un esame degli intagible assets gettando uno sguardo sulla valutazione economica del marchio attraverso il metodo del costo, il metodo economico ed il metodo di mercato, per chiudere il lavoro con le forme possibili di gestione finanziaria del portafoglio di IP. Un sentito ringraziamento di cuore al Direttore del Master Prof. A. Nigro, al coordinatore Prof. A. Clemente e Prof.ssa E. Finazzi Agrò, al tutor Prof. N. Francione, per i loro insegnamenti e per la loro cortese disponibilità. Roma, lì Dicembre 2010 Roberto Lo Presti 3

Tesi di Master

Autore: Roberto Lo Presti Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2892 click dal 29/12/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.