Skip to content

Il riconoscimento delle coppie omosessuali nell'Unione Europea

Informazioni tesi

  Autore: Federica Barbera
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Lina Di Carlo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Il presente lavoro vuole offrire una panoramica dei provvedimenti legislativi adottati per il riconoscimento delle coppie omosessuali nel mondo, ed in particolare nell’Unione Europea, senza tralasciare le azioni intraprese a tutela della loro persona e della loro identità sessuale. Raccontando e soffermandosi su alcuni avvenimenti o realtà di cruciale importanza, si vuole offrire uno spunto di riflessione a dimostrazione che legislazione e fenomeni sociali sono due facce della stessa medaglia ed è difficile tracciare i limiti dell’una o dell’altra. La mia riflessione sulla necessità di garantire a tutti i cittadini diritti civili, senza discriminazione alcuna, nasce dal primo Gay Pride di Palermo svoltosi il 19 Giugno 2010. In quell’occasione si sono riversate sulle strade migliaia di persone, non solo quelle facenti parte della comunità LGBT, ovvero lesbiche, gay, bisessuali e trans, ma anche persone eterosessuali, genitori, docenti, cittadini di ogni fascia d’età che rivendicavano una società più democratica, laica, senza discriminazione alcuna, sostenendo con fervore che i diritti per gli omosessuali sono diritti civili e perciò diritti di tutti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Capitolo primo Diritti umani ed omosessualità nello scenario europeo 1.1 Omosessualità e Omofobia Il termine “omosessuale” è stato inventato ed utilizzato per la prima volta nel 1869 dallo scrittore Károly Mária Kertbeny1 in un documento contro una legge del Ministero della Giustizia prussiano che puniva gli atti sessuali tra persone di sesso maschile. Per tanti secoli sono stati definiti “pederasti”, “sodomiti”, “catamiti”, “invertiti”, è cambiato il modo di chiamarli, con il tentativo di trovare loro un posto nella società. Secondo Michel Foucault2, la sessualità e l’identità sessuata sono costruzioni della modernità, in cui si mette in luce il rapporto inedito tra sesso e potere. La sessualità è, secondo il filosofo francese, un argomento tenuto in vita dai potenti, linfa vitale per innumerevoli strategie e strumentalizzazioni. Mettendo in luce una nuova visione positiva del concetto di potere, Foucault non lo considera più repressione, inibizione ed ordine, ma in quanto struttura che avvolge gli elementi e li produce, dà la possibilità di istituire e normalizzare i discorsi a esso interni. Per lungo tempo l’eterosessualità è stata considerata l’unica alternativa possibile, mettendo gli omosessuali nella condizione di doversi sottomettere alle scelte di una maggioranza eterosessuale «istituzionalizzata»3. L’aver diviso il mondo in etero/omo ha prodotto nel tempo numerosi cambiamenti sullo stato giuridico, politico, medico, psicologico delle persone omosessuali.4 Si sono alternati momenti di accettazione a momenti di scontri e violenza, dovuti alla 1 All’anagrafe Karl Maria Benkert. Nacque a Vienna nel 1824 e morì a Budapest nel 1882. M. Consoli, sul sito Culura Gay, www.culturagay.it, ultima consultazione: 19/09/2010 2 M. Foucault, Histoire de la sexualité, Editions Gallimard, Paris, 1976. 3A. Morali-Daninos, Sociologie des relations sexuelles, in M. Mieli, Elementi di critica omosessuale, Feltrinelli, Milano, 1977, p.64 4 V.Lingiardi, Citizen Gay. Famiglie, diritti negati e salute mentale, Il saggiatore, Milano, 2007

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi