Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio del meccanismo di fusione mediato dalla proteina gH da herpes simplex virus del tipo I

I virus con envelope infettano le cellule eucariotiche attraverso la fusione della membrana cellulare con la membrana virale. Tale processo è mediato dalle glicoproteine dell'envelope virale, conteneti generalmente una regione altamente idrofobica chiamata peptide di fusione. Durante la fusione, queste glicoproteine subiscono cambiamenti conformazionali che portano all'esposizione del peptide fusogeno , al suo inserimento nella membrana cellulare target ed all'avvicinamento delle due membrane. Questo progetto è rivolto all'analisi della glicoproteina gH dell'Herpes Simplex Virus I per comprendere meglio il meccanismo attraverso cui tale glicoproteina partecipa al processo di fusione nonchè il riconoscimento, la sintesi, l'analisi e la caratterizzazione dei suoi domini funzionali, importanti per la penetrazione del virus nella cellula target.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 1. INTRODUZIONE ALL’HERPES VIRUS Gli Herpes virus costituiscono un vasto gruppo di virus ampiamente diffuso in tutto il regno animale, la caratteristica comune alla maggior parte di questi virus è la capacità di causare infezioni latenti, che possono manifestarsi anche dopo mesi o anni. Essi appartengono alla famiglia Herpetoviridae [1] che comprende un gruppo di agenti patogeni responsabili di una grande varietà di malattie a danno dell‟uomo e degli animali; le patologie generate da questi virus sono diversificate per gravità e localizzazione, si passa dalle più comuni infezioni dei tessuti epiteliali a quelle più gravi a carico degli organi e delle cellule del sangue. Gli herpes virus vengono suddivisi in tre sottofamiglie:  α-herpes virus;  β-herpes virus;  γ-herpes virus. Il virus preso in esame nel presente lavoro di tesi è l‟Herpes Simplex Virus, appartenente alla sottofamiglia degli α-herpes virus; in natura ne esistono due diversi sierotipi: HSV-1 e HSV-2 che si distinguono per le lesioni a cui sono associati, rispettivamente facciali e genitali; entrambi i sierotipi sono stati completamente sequenziati. Al fine di identificare molecole di natura peptidica da impiegare in una eventuale terapia anti-HSV, è stato studiato il complesso meccanismo attraverso cui il virus penetra nella cellula bersaglio.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Biotecnologiche

Autore: Ciro Giobbe Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 829 click dal 08/03/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.