Skip to content

Lovemark, la nuova frontiera del Brand Management. Il caso A.C. Milan

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Sacco
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Marketing e Comunicazione d'impresa
  Relatore: Franco Guzzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

L’argomento centrale della tesi riguarda il nuovo approccio alla gestione dei brands e alla loro comunicazione ideato da Kevin Roberts, CEO di Saatchi&Saatchi, basato sulle dinamiche emozionali e sul raggiungimento dello “status” denominato LOVEMARK. Nella ricerca ho inizialmente introdotto lo scenario in cui operano le imprese evidenziando come sia necessario oggi un approccio emozionale, trasparente, profondo e responsabile con gli stakeholder, alla luce dei mutamenti profondi che sta vivendo la società attuale. Successivamente sono sceso più nello specifico evidenziando i tratti peculiari dei brands, l’importanza di integrare le emozioni anche nel mondo del business e la loro rilevanza per creare relazioni solide e durature. Sono poi passato ad analizzare l’importanza del brand nel settore dell’intrattenimento e nello specifico del calcio, ambito economico di primissimo piano nel nostro paese, e infine ho analizzato il caso aziendale dell’A.C. Milan verificando se la sua comunicazione e la gestione del brand soddisfino i requisiti del modello dei Lovemarks. Nelle conclusioni ho evidenziato due carenze del brand Milan (ma che si possono espandere al settore in generale) alla luce degli sviluppi di brand management nei paesi anglosassoni (all’avanguardia in questo campo): la gestione degli stadi e lo sviluppo sulle nuove piattaforme mediatiche. A livello bibliografico ho spaziato dai testi puramente di marketing e comunicazione, a quelli specifici sul settore economico del calcio (scoprendo con entusiasmo quanto sia in fortissima espansione l’approccio manageriale e in linea con la ricerca condotta, il ché mi ha dato ulteriori stimoli per approfondire l’argomento), ad articoli di sport business e comunicazioni ufficiali sui diversi media da parte dell’azienda analizzata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Accostare le parole “emozione” e “business” può forse risultare stridente e totalmente in antitesi con il mondo aziendale, col marketing e la comunicazione d‟impresa. La società attuale però ci mette di fronte ad uno scenario dove è inevitabile, per i manager e per chi si occupa di gestire i brand nelle imprese, fermarsi a riflettere sulla strada che si sta seguendo e iniziare a considerare l‟idea che questa strada può essere sbagliata o incompleta. A fronte dei mutamenti di scenario e dopo gli anni accademici passati a comprendere i meccanismi della comunicazione aziendale, della gestione dei brand e del rapporto col mercato mi sono appassionato sempre più al filone di ricerca che considera le emozioni come il vero motore per l‟economia. Se quella di oggi è una società basata sulle esperienze e dove le emozioni sono primarie devono essere le imprese le prime a dover comprendere questo mutamento e cambiare approccio. La mia passione per l‟etica, l‟attenzione ai valori più profondi e la componente emotiva delle persone ha incontrato circa un anno e mezzo fa l‟idea di un signore americano, che di nome fa Kevin Roberts e per vivere ha lavorato nelle più importanti multinazionali e insegnato nelle più note università in giro per il mondo. La sua teoria dei Lovemarks e di come la comunicazione d‟impresa debba puntare al cuore mi è sembrata da subito geniale e ha fatto si che ogni volta che analizzassi un caso aziendale nei vari progetti universitari il mio approccio fosse basato sul considerare le emozioni come il vero punto di forza. Le imprese che puntano al cuore hanno sempre avuto successo, perché è così difficile capirlo?perchè alcuni – molti – manager sono ancora ingabbiati nella razionalità esclusiva e nel mare di dati che offuscano il lato relazionale del rapporto impresa-interlocutori? La società cambia, le imprese cambiano e - 3 -

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi