Skip to content

Azimut-Benetti: una Corporate Identity tra lusso e sostenibilità

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Manfrin
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione sociale e istituzionale
  Relatore: Dunia Astrologo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 214

I beni di lusso sono per definizione poco ‘equi’ e nella loro produzione è insito un grande utilizzo di risorse che ricade, invece, piuttosto equamente, sulla società intera. Alcuni di questi beni poi, sono anche grandi fonti di inquinamento, il che favorisce ancora di più la percezione dei rischi ambientali e l’intolleranza, da parte di certe categorie sociali, verso questi tipi di beni. Un esempio lampante di questo fenomeno è fornito dai disincentivi all’acquisto di auto fortemente inquinanti (come i SUV), che ultimamente sono stati fissati in diverse città europee o, ancora, il crescente numero di aree marine protette che vietano l’accesso alle imbarcazioni private.
Come si comportano dunque le imprese del lusso di fronte al cambiamento in atto? La tesi prende spunto da questo problema e lo approfondisce dal punto di vista comunicativo, analizzando la best practice del settore forse più controverso del lusso: la nautica.
Azimut-Benetti è il gruppo leader mondiale nella produzione di grandi imbarcazioni a motore per il diporto di lusso ed è anche uno dei cantieri più attivi nel perseguimento della sostenibilità della propria attività. Quali sono le sue scelte strategiche in materia di CSR? E come comunica se stesso in un ambiente che lo espone ad un forte rischio di contraddizione e incoerenza? La ricerca vuole rispondere a queste domande e per farlo mette a confronto l’operato del gruppo Azimut-Benetti con gli esempi offerti dalla letteratura, dal mercato nautico e dai principali attori del mondo del lusso impegnati in campagne di CSR.
Nel dibattito accademico, la comunicazione viene generalmente considerata come uno strumento complementare della CSR e gli strumenti operativi principali provengono da altre discipline del management; i più recenti contributi dell’analisi stanno però rivalutando l’approccio comunicativo, dimostrando come l’intera disciplina della CSR non solo si debba avvalere della comunicazione ma non possa anzi prescindervi. Nel suo piccolo, questa tesi intende inserirsi tra questi ultimi, dimostrando la necessità dell’approccio comunicativo, ai fini dell’efficacia delle politiche di responsabilità sociale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Nel marzo 2000, in occasione del Consiglio Europeo di Lisbona, i rappresentanti dei paesi dell’Unione Europea stabilirono il piano strategico di orientamento delle politiche economiche e sociali. L’obiettivo primario stabilito dal piano, è fare dell’Europa «l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale». Cultura, sostenibilità e coesione sociale sono dunque i principi strategici che devono ispirare la nuova economia europea basata sulla conoscenza, principi questi, riassunti nel linguaggio del management in un solo acronimo: CSR, per Corporate Social Responsibility, o Responsailità Sociale d’Impresa (RSI). La Corporate Social Responsibility è uno dei frutti dell’economia della conoscenza, s e c o n d o l a q u a l e l ’ i m p r e s a n o n è p i ù s t u d i a t a e g e s t i t a come una proprietà privata ma come una comunità di persone con obiettivi e valori comuni. A quasi dieci anni dal Consiglio europeo di Lisbona, i risultati sono incoraggianti, la CSR sta diventando una pratica diffusa, non solo per le imprese ma per ogni forma di organizzazione, in Europa c o m e n e i c o n t i n e n t i A m e r i c a n o e Asiatico. Complice, forse, la crisi finanziaria internazionale, quale goccia che ha fatto traboccare il vaso, oggi la sostenibilità è definitivamente balzata tra i principi in agenda della società occidentale e, chi osserva il mercato globale, ha definito il 2009 come l’anno della sostenibilità. I media, di qualunque orientamento, riportano con frequenza notizie, annunci pubblicitari e approfondimenti riconducibili al principio di sviluppo sostenibile, mentre studiosi ed esperti dei campi più

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi