Skip to content

Allestimento di un banco prova per il test di micro motori ''Squiggle''

Informazioni tesi

  Autore: Simone Tacconelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Massimo Callegari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

La moderna tecnologia degli azionamenti, nell’ottica del miglioramento delle prestazioni e della riduzione delle dimensioni complessive dei sistemi, sta spingendo sempre più nella direzione della miniaturizzazione dei motori elettrici e verso la totale integrazione degli stessi nei servosistemi.
Negli ultimi anni il mercato ha visto la presenza sempre più massiccia di motori miniaturizzati per un campo di applicazione che sta diventando ogni giorno sempre più ampio. Attualmente la diffusione di tali motori è ancora limitata a settori altamente specializzati, soprattutto per l’elevato costo finale degli stessi, determinato dalla qualità dei materiali impiegati e dalla necessità di disporre di personale qualificato per la realizzazione. Di seguito e in particolare nel Capitolo 1, viene presentata una panoramica delle principali tipologie di minimotori elettrici disponibili sul mercato.
Sono stati presi in considerazione una vasta gamma di motori lineari in corrente continua a magneti permanenti di tipo a spazzole e di tipo brushless, passo-passo, piezoelettrico e con sensori ad effetto Hall. Motori di questi tipi presentano tipicamente dimensioni trasversali variabili tra 2 mm e 26 mm di diametro, dimensioni longitudinali comprese tra 20 mm e 150 mm e sono in grado di erogare potenze da 0,2 W a 10 W.
Nei motori piezoelettrici ultrasonici (PUM) sono stati riscontrati dei vantaggi in più rispetto ai motori elettromagnetici. I PUM possono raggiungere precisioni di posizionamento nella gamma di diverse decine di nanometri, mantengono le loro posizioni anche ad alimentazione interrotta e quindi consumano meno energia. I PUM vengono costruiti con pochissime parti, per questo motivo risultano facili da progettare a differenza dei motori elettromagnetici, per i quali la progettazione risulta complessa. L’efficienza dei motori elettromagnetici diminuisce quando si riducono le dimensioni, a differenza dei motori piezoelettrici dove rimane pressoché costante.
L’SQL-3.4 SQUIGGLE motor è invece un rivoluzionario micro motore lineare che fissa nuovi parametri di riferimento per le dimensioni ridotte e grandi prestazioni. Questo motore piezoelettrico crea forza e velocità soltanto con poche parti a differenza di un complesso motore elettromagnetico con centinaia di parti. I SQUIGGLE micro motors consentono ai progettisti di aggiungere la motion in prodotti in cui non si sarebbe mai immaginato prima. Questo semplice e robusto motore piezo è scalabile fino a dimensioni molto più piccole di motori elettromagnetici, senza una significativa perdita di efficienza energetica.
L’obiettivo di questa ricerca è mirante alla realizzazione di un mini-dispositivo per applicazioni speciali ovvero di un mini-polso di puntamento a 2 gradi di libertà;
la piattaforma è resa mobile grazie ad un giunto flessibile in materiale superelastico (Nitinol) di collegamento tra la colonna e la piattaforma stessa; il movimento è generato da due motori piezoelettrici SQUIGGLE, disposti in verticale, che, agendo su due piani verticali ortogonali, danno origine alla rotazione della piattaforma. Il contatto tra gli steli dei motori e la superficie inferiore della piattaforma è mantenuto dal richiamo elastico del giunto flessibile.
I micromotori piezoelettrici soddisfano il bisogno di moto lineare in prodotti miniaturizzati. Questi motori in dimensioni sono la metà dei solenoidi o dei tradizionali micro motori elettromagnetici. Tra i micro motori sono i più efficienti e producono un moto lineare diretto senza ingranaggi o sistemi di trasmissione. Offrono una corsa più lunga, una maggiore precisione e una maggiore forza dei solenoidi (elettromagneti) o delle leghe a memoria di forma (SMA).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione La moderna tecnologia degli azionamenti, nell’ottic a del miglioramento delle prestazioni e della riduzione d elle dimensioni complessive dei sistemi, sta spingendo sempre più n ella direzione della miniaturizzazione dei motori elettrici e verso la t otale integrazione degli stessi nei servosistemi. Negli ultimi anni il mercato ha visto la presenza s empre più massiccia di motori miniaturizzati per un campo di applicazio ne che sta diventando ogni giorno sempre più ampio. Attualmente la diffus ione di tali motori è ancora limitata a settori altamente specializzati, soprattutto per l’elevato costo finale degli stessi, determinato dalla qualit à dei materiali impiegati e dalla necessità di disporre di personale qualificat o per la realizzazione. Di seguito e in particolare nel Capitolo 1, viene pres entata una panoramica delle principali tipologie di minimotori elettrici dispon ibili sul mercato. Sono stati presi in considerazione una vasta gamma di motori lineari in corrente continua a magneti permanenti di tipo a spazzole e di tipo brushless, passo-passo, piezoelettrico e con sensor i ad effetto Hall. Motori di questi tipi presentano tipicamente dimensioni trasv ersali variabili tra 2 mm e 26 mm di diametro, dimensioni longitudinali compres e tra 20 mm e 150 mm e sono in grado di erogare potenze da 0,2 W a 10 W. Nei motori piezoelettrici ultrasonici (PUM) sono st ati riscontrati dei vantaggi in più rispetto ai motori elettromagnetici . I PUM possono

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

controller mc-1100
encoder
micro motori
micro robotica
motori piezoelettrici
sensori ad effetto hall
sensori tracker
squiggle
stato dell'arte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi