Skip to content

From Medieval Community to Modern Individuality: Shakespeare's Reinvention of Personal Identity in the Characters of Hamlet and Falstaff

Informazioni tesi

  Autore: Maria Giulia Bruno
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Roberta Ferrari
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 51

Literary and dramatic characters are imitations of human characters realized essentially by means of words. Certainly, words refer to other words, but the strong influence they have upon readers and playgoers emerges from the palpable realm where people actually live and attribute values and meanings to their own ideas of persons. As inhabitants of the new millennium world, today we often speak of one's “personal identity” in the sense of what makes a person unique as an individual and different from others, that is, the way one sees or defines him/herself, including the network of values and convictions that structure his/her life. However, this conception has not always been the same through history, but rather it can be dated back to a specific period of time: the passage from the Middle Ages to the Modern Era, which coincides with the passage from a conception of human being intended only as member of a race, community, family, political party or corporation, to the conception of human being as a substantially individual subject, consisting of a rational, particular and independent nature. As a result, it became inevitable for the intellectuals and the artists of the time to give full expression to such a radical cognitive revolution, whether it was felt positively or negatively, and this was especially true for English dramaturgy, where the various choices made by sixteenth-century playwrights, Shakespeare above all, in creating performances and in fashioning characters were decisive to represent the human role in the construction of a new personal identity.
The purpose of this thesis is therefore to illustrate how the human mind acquired the faculty to outline a brand new self-definition as a result of literary and non-literary pressures in the Renaissance, and particularly, how Shakespeare, with his sensibly inventive creativity, has been able, more than any other previous, contemporary or later writer, to give life to a variety of dramatic life-like characters that reinforce our ideas of persons and are essential for the representation of the ‘self-same’ as we have come to recognize it today. Furthermore, the present study will focus specifically upon the figures of Falstaff and Hamlet, considered as the most comprehensive consciousness, the greatest representations of human personality, significantly placed at the opposite extremes of characterization – the first being wit at its very limits, and the other cognitive perception at the utmost.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
__INTRODUCTION__ 1. Dynamic interrelations governing the generation of identities. Unless we are clearly warned by the writer that what we are going to read or to watch on stage is “pure fantasy”, our natural tendency, as readers or members of the public, is that of assuming both a great individuality and a great typicality about the characters of fiction and the environments where they move about. Indeed, it is fairly typical of writers to monitor reality in order to address actuality and draw attention alternately to the individual and the general, giving a more or less veritable account of their age, but it is likewise possible that the actual intention is to persuade, to depict a moral truth, or even fantasy. Certainly beyond question is the vigorous impact of context – that is, historical and political events, social life, changing fashions, cultural and scientific innovations – on the consideration of what the world means in the mind of readers and writers, naturally reflected in what is written and read. “There is no such thing as a human nature independent of culture”, Geetz writes, meaning by culture not mainly “complexes of concrete behaviour patterns –customs, usages, traditions, habit clusters” but rather “a set of control mechanisms –plans, recipes, rules, instructions...- 1 for the governing of behaviour.” According to this statement, therefore, humans themselves are to be considered as “cultural artefacts”, the outcome of a supple never-ending process of formation and expression of human identity, just like art is a human creation, in a coherent mode of perceiving and behaving within the world. In this sense, the forms of literature which are privileged and peculiar to a given age serve as main clue to achieve a fulfilling comprehension of the kind of reality that the writers living in that specific age have in mind, for we can grasp the complex interactions of meaning that unfold between the creation of 1 C. Geetz, “The impact of the concept of culture on the concept of man”, Bulletin of the Atomic Scientists (Chicago/II./USA: The Atomic Scientists of Chicago), vol. 22, no. 4 (April 1966), pp. 2-8. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alienation
characterization
collectivity
difference of shakespeare's characters
diversity
english dramaturgy
falstaff
freedom from society
hamlet
human change
human personality
individuality
medieval community
middle ages
modern era
personal identity
process of self-revision
renaissance
representation of the 'human'
self-consciousness
self-same
shakespeare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi