Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le inchieste sui sinistri marittimi

La mia tesi è suddivia in tre capitoli, nel primo analizzo il significato del concetto di"sinistro marittimo", le diverse tipologie di sinistri e la disciplina prevista per le inchieste marittime nel codice della navigazione introducendo le problematiche presenti; nel secondo capitolo invece distinguo le diverse fasi di una inchiesta specificando le procedure previste in caso di sinistro quindi approfondisco l' inchiesta sommaria, l' inchiesta formale,la relazione finale, inoltre spiego qual' è la finalità dell' inchiesta preventiva e inserisco un caso pratico accaduto ad Augusta.Nel terzo ed ultimo capitolo invece ho inserito le normative internazionali e comunitarie introducendo anche la proposta di direttiva del Parlamento Europeo e del Cosiglio ed il pacchetto ERIKA3.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Evoluzione storica della disciplina delle inchieste sui sinistri marittimi Nel diritto romano i comandanti delle navi adibite al trasporto di generi alimentari dovevano, in caso di fortuna di mare (c.d. impetus procellarum) con perdita o danni alla nave stessa e al carico, consegnare all’arrivo una “relatio” sul sinistro marittimo e sulle sue cause, corrispondente alla odierna relazione di eventi straordinari, dalla quale prendeva l’avvio una procedura particolare “de naufragiis” che veniva attuata tramite regole determinate. Mediante tale procedura l’autorità accertava la veridicità o meno della relazione ed adottava, eventualmente, misure disciplinari o sanzioni penali a 1 carico del magister e dell’exercitor. Diversamente nel diritto intermedio non vi è nessun cenno alla procedura De naufragiis, tale silenzio fu interpretato da alcuni come certezza della continuità 1 VIDALI, Saggio critico sull’accertamento del sinistro di mare nel diritto romano in Dir. mar. 1936, 240 e L’accertamento del sinistro di mare nel diritto intermedio, Padova, 1938; SOLAZZI, Su C.I., IX 6, «De naufragiis», in Riv. Dir. Nav. 1939, I, 255. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Roberta Blandizzi Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1447 click dal 17/01/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.