Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Parallelizzazione di un algoritmo per la marchiatura video

L'oggetto di questa tesi è la parallelizzazione di un algoritmo per la marchiatura video (video watermarking)!
Sono state utilizzate le seguenti tecnologie:
-CUDA
-IPP
-multi threading

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimi anni abbiamo assistito a un completo abbandono dei formati audio/video analogici in favore di quelli digitali. E' molto facile e poco dispendioso, in termini economici, effettuare copie illegali di un file multimediale. Questo ha portato a un grande incremento della pirateria, accentuato ancora di più dallo sviluppo di Internet; oggigiorno ad esempio è diventata una cosa comune scaricare film dalla rete. Tutto questo ha comportato la necessità di migliorare e sviluppare nuove tecniche per proteggere il diritto d'autore. Ad oggi il metodo che viene considerato migliore per proteggere il copyright è il watermarking, termine che si riferisce all'inclusione di un marchio all'interno di un file multimediale che può essere successivamente rilevato ed estratto per trarre informazioni sull'origine e 1 provenienza di tale file; per mezzo del watermark il documento è ancora accessibile ma è contrassegnato in maniera permanente. La tecnica del watermarking digitale può essere utilizzata per diversi scopi: rendere manifesto a tutti gli utenti chi sia il legittimo proprietario del documento (nel caso in cui il marchio sia visibile), dimostrare l'originalità di un documento non contraffatto e di evitare la distribuzione di copie non autorizzate. Negli ultimi anni i formati video hanno subito una grande evoluzione migliorando la qualità video e di conseguenza l'esperienza visiva dell'utente. Questo incremento di qualità ha comportato un grande aumento dello spazio richiesto per memorizzare i dati e di conseguenza le applicazioni per l'elaborazione video si sono trovate a lavorare con moli di dati sempre maggiori e le CPU con carichi computazionali sempre più alti. Le applicazioni destinate al watermarking devono evolversi per restare al passo con questa innovazione dei formati video in modo da permettere una marchiatura video sempre in tempi ragionevoli. Sinonimo di marchio 17

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e Tecnologie Informatiche

Autore: Stefano Sina Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 244 click dal 14/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.