Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pubblicità come strumento di cittadinanza

Analisi del potere comunicativo pubblicitario che si riflette sulla costruzione del concetto di cittadinanza.

La tesi sviluppata si è soffermata sullo studio e sulla correlazione esistente tra comunicazione pubblica e comunicazione privata, con particolare attenzione agli effetti pubblicitari di entrambe. Come si è evinto la pubblicità pubblica non risulta solo come la maniera per sponsorizzare e rendere visibili gli organi dello Stato, bensì è volta a creare l'immagine comune e il sentimento condiviso che dovrà porsi alla base della costruzione del concetto di cittadinanza appreso e condiviso. Infatti è stato messo in rilievo quanto la pubblicità pubblica influisca sulla creazione del sentimento posseduto da tutta la cittadinanza, permettendo la creazione di un'immagine che rispecchia la realtà e le componenti che ne fanno parte. A questa si deve anche la possibilità di creare quell'identità peculiare che contraddistingue ogni società in modo da poter creare un' identità nazionale e generare coesione e valori unici. La cittadinanza attiva che si rende necessaria fa riferimento ad un insieme di persone che operano per informare e rendere partecipe l'intera comunità, creando la possibilità di dare a tutti gli individui le stesse possibilità, sotto l'aspetto legislativo (diritti e doveri) e sotto un aspetto prettamente pratico (con la possibilità di azione, di difesa personale, di richiesta, con una sana informazione). Inoltre dalla tesi è emerso quanto la cittadinanza sia elemento indispensabile per una quieta convivenza, per il rispetto reciproco tra le moltitudini di etnie che convivono su uno stesso territorio, elemento centrale per combattere insofferenze e pregiudizi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La presente tesi si pone l‟obiettivo di affrontare un continuo parallelismo che interessa da un lato la comunicazione in ambito pubblico e dall‟altro la comunicazione prettamente commerciale. Fatte le dovute considerazioni a riguardo l‟attenzione si direziona sugli strumenti analizzati dagli ambiti comunicativi menzionati, affrontando uno studio sulle tipologie di pubblicità annesse ovvero di carattere pubblico e d‟impresa. L‟ analisi che si è voluta considerare si riferisce agli effetti che ogni tipo di pubblicità produce nelle sfere di riferimento, ponendo l‟accento sul forte potere che la pubblicità di carattere pubblico detiene nella costruzione del concetto di cittadinanza e nel potere che la pubblicità di carattere commerciale ha di indirizzare atteggiamenti di scelta e consumo. La scelta dell‟argomento si rifà a problematiche attuali che vedono l‟estrema condizione individualistica dei soggetti che convivono con paure e precarietà e con il timore di non riuscire a far valere se stessi e i propri diritti nella multiculturalità che invade il tessuto sociale. Il processo in questione è contestualizzato in un ambiente saturo d‟informazioni e comunicazioni non sempre veritiere, nel quale la pubblicità con la sua forza detiene un grande potere. Questo studio ha una base imprescindibile che sottolinea l‟estrema importanza della comunicazione come elemento utile a creare un collante che tenga insieme gli individui. Il proposito è proprio quello di dimostrare che l‟elemento pubblicitario può essere visto sotto un aspetto diverso da quello che spesso gli si attribuisce, liberandolo da quell‟alone costruito dal senso comune che lo vede come mero strumento di persuasione finalizzato al mostrare realtà distorte. La pubblicità pubblica si mostra come un elemento che non fa capo solo ed esclusivamente agli obiettivi

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Sociali

Autore: Ilenia Martorella Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1290 click dal 31/08/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.