Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'azienda in rete. Strategie di promozione dei siti web

La Tesi prende le mosse dalla constatazione che il mondo della rete si stia espandendo sempre di più, entrando a far parte della quotidianità di un gran numero di persone. Le realtà aziendali si trovano così di fronte a nuove sfide, di fronte alla possibilità di raggiungere un pubblico potenziale di gran lunga più elevato rispetto a quello che potrebbe recarsi personalmente in una sede o in un punto vendita. Sempre più imprese decidono di entrare in rete e lo scenario che si va aprendo è quello di un mercato globale che abbatte le barriere spazio-temporali: in questo contesto ogni prodotto/servizio/informazione può essere raggiunto da chiunque, in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo. La domanda che ci si pone, e che rappresenta il leitmotiv della Tesi, è se sia davvero possibile creare valore e generare profitti attraverso la rete e l’idea che viene sviluppata è che a creare valore aggiunto non sia l’essere-in-rete in sé, ma l’essere-in-rete-in-un-certo-modo. Mettere in linea un sito web non rappresenta quindi che il primo passo pratico per la realizzazione di un’effettiva presenza aziendale in rete. Dopo un’analisi del cosiddetto fenomeno internet, ciò che viene approfondito nell’elaborato è dunque il processo di promozione del sito web: acquisizione di nuovi utenti (acquisition), conversione degli stessi in clienti/utenti/consumatori prima occasionali (conversion) e poi abituali (retention) e ottimizzazione del sito web (optimization) attraverso attività di analisi dell’audience. L’essenza stessa della rete, la modifica delle dinamiche di scambio informativo e di interazione tra le persone e le aziende, ha fatto sì che il processo di comunicazione dell’impresa assumesse una nuova importanza, dando un maggiore rilievo ad una delle 4P del marketing, promotion. La tesi che viene sostenuta è, quindi, che non sia sufficiente entrare in rete per avere un ritorno d’immagine, successo, visibilità e/o generare profitto: un sito web ha bisogno di comunicare con efficacia il senso della propria presenza in rete.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Nel 1991 Tim Berners Lee del CERN di Ginevra sviluppò un sistema per consultare informazioni, dati e immagini in modo intuitivo: era l’inizio del World Wide Web. Di lì a poco nasceranno i primi sistemi di consultazione e ricerca: il primo fu Veronica, nel 1992. Da quel momento in poi sarà un continuo fermento, una continua evoluzione, gli utenti in rete aumenteranno di anno in anno in maniera esponenziale e, alla metà degli anni Novanta, internet comincerà a trasformarsi definitivamente da progetto universitario e governativo a rete mondiale di comunicazione ad accesso pubblico. Il processo di penetrazione all’interno delle case sarà lento, il boom arriverà soltanto alle soglie del Terzo Millennio e ad oggi non si può ancora considerare concluso, ma è certamente possibile affermare che la “rete delle reti”, anche in Italia, stia diventando adulta e si stia avviando verso l’era della maturità. Comparando le indagini di vari istituti di ricerca, sembra infatti piuttosto credibile che gli utenti internet nel nostro Paese abbiano quasi raggiunto i 20

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ilaria Proietti Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1583 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.