Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Customer satisfaction nell'assistenza oncologica

La tesi di ricerca è composta da una prima parte compilativa in cui si spiega cos'è la customer satisfaction e come viene utilizzata in ambito sanitario;nello specifico, si passa ad indagare il suo utilizzo nell'assistenza oncologica, con una ricerca sullo stato dell'arte in Italia e all'estero. Dopo aver fatto un breve escursus sul paziente oncologico,sugli aspetti psicologici della malattia, della diagnosi e della degenza si passa alla parte di ricerca:scopo del lavoro era quello di creare un questionario che fungesse da base per poter essere applicato alle diverse realtà dell'assistenza oncologica.Si è perciò iniziato a testarlo su una esigua popolazione di donne in un Centro Prevenzioni Tumori nel reparto di Senologia Diagnostica del Distretto Sanitario di Guidonia (RM).Dalla ricerca emerge come per i pazienti sia fondamentale che un medico sia molto competente,preparato e sappia instaurare una buona relazione con gli stessi.Questo è importante anche in virtù del desiderio di mettere il paziente al centro del servizio in modo da migliorare sempre di più la sua Qualità di vita,elemento questo che va ad influenzare (come dimostrato da diverse ricerche ingelsi e americane) la buona riuscita di una terapia.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Per questo lavoro di tesi siamo partiti dalla concezione alla base della psicologia di comunità e della psicologia della salute per cui è impossibile scindere l‟individuo dall‟ambiente ma è necessario adottare un approccio ecologico e focalizzarsi, dando il giusto valore, alla relazione tra l‟individuo e i suoi contesti di appartenenza. Sostenere quest‟approccio significa andare ad agire e prevenire sia il disagio individuale che il disagio sociale: il disagio sociale non è più un elemento considerato insito nell‟individuo né una condizione determinata unilateralmente dalle strutture sociali. La psicologia di comunità e la psicologia della salute hanno, appunto, come uno degli obiettivi la prevenzione del disagio visto come, non un‟eccezione o un‟anomalia dello stato normale di salute, ma come una funzione dei rapporti sociali presenti in una comunità solitamente caratterizzati da una iniqua distribuzione delle risorse, perciò, per affrontare il disagio, è necessario lavorare anche con interventi per modificare i problemi strutturali presenti in un contesto. 1 La concezione ecologica considera il comportamento umano la risultante di un processo di adattamento della persona alle risorse e alle condizioni di vita e il disagio la conseguenza di un adattamento mal riuscito: secondo questa prospettiva, il miglioramento di un adattamento inadeguato passa attraverso la modificazione della disponibilità delle risorse; si tende ad incoraggiar così la ricerca di risorse e l‟ attenzione ai melior più che l‟enfasi sugli aspetti disfunzionali e l‟individuazione degli stressor. 2 Diversi articoli pubblicati sull‟American Psychologist documentano quanto la diagnosi di tumore influisca, indubbiamente, sulla qualità di vita e come fattori stressanti aggiunti a quest‟ultimo possano provocare effetti gravi sia nella capacità di adattamento dell‟individuo sia, a livello biologico, si sono notati abbassamenti delle difese del sistema immunitario con evidenti esiti negativi per la salute. 3; 4; 5; 6 In virtù di questa osservazione abbiamo voluto, attraverso la creazione di un questionario che indagasse la soddisfazione dell‟utenza all‟interno dell‟assistenza

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Paola Serio Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1099 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.