Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nevrosi traumatica e psicodramma

L’interrogativo portante del presente lavoro è: in che modo la rappresentazione psicodrammatica può essere, se non proprio risolutiva, almeno mobilizzante per un caso di nevrosi traumatica?
A tal proporsito è utile riproporre come si è evoluto negli anni il processo diagnostico e come si sia passati dalla “Diagnosi fenomenologica o psichiatrica” alla “Diagnosi di Struttura”. E' lo stesso Freud in “Introduzione alla psicoanalisi” a definire la psichiatria come ciò che si interessa dei sintomi, senza coglierne un senso ma per fare una classificazione, ordinare delle sindromi, delle patologie, non s'interessa invece di tutti quegli elementi marginali che costituiscono invece l'impalcatura della psicoanalisi e cioè i lapsus, gli atti mancati, i sogni ecc., manca in pratica il soggetto nella sua dimensione di desiderio, in quanto desiderante, cioè il soggetto dell'inconscio. Freud invece propone la “clinica dell'ascolto”, nel sintomo tenta di trovare un senso, un senso che rimanda alla sessualità, cioè si preoccupa del desiderio che si cela dietro il sintomo. Non per questo diminuisce l'attenzione sul segno anzi si ripropone oltre che per il medico anche per il paziente, è segno per lui di qualcos'altro che fa problema. Il sintomo è analitico, infatti, è un messaggio per il soggetto, gli dice qualcosa, qualcosa di incomprensibile, di assurdo, ma comunque qualcosa.
Abbiamo detto quindi che la sessualità è sintomatica per il paziente nel senso che costituisce il campo dove il soggetto trova la sua collocazione ed eventualmente l'origine delle sue patologie, non tout-court in quanto la normalità per Freud è regolarmente patologica. “Per il fatto di parlare l'istinto dell'uomo è radicalmente sovvertito, non è più istinto. La normalità è il risultato della rimozione di certe pulsioni costituenti della disposizione infantile e della subordinazione delle restanti, al predominio delle zone genitali al servizio della funzione riproduttiva.
Le Nevrosi si possono far risalire ad una eccessiva rimozione delle tendenze libidiche, la patologia non è nella lotta che l'Io fa contro il moto pulsionale, ma è il fallimento della rimozione.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA L’argomento prescelto per la presente tesi proviene da una mia esperienza di colloqui effettuati con una signora di 52 anni, gli incontri, numericamente sono stati circa venti e la motivazione che ha spinto la signora a contattarmi per i colloqui psicologici, è una serie di eventi luttuosi che a dire della signora avevano procurato un cambiamento sui suoi figli. Il caso in questione non è trattato con lo psicodramma e non ho potuto scegliere un caso di psicodramma perché nemmeno all’interno della struttura dove ho svolto il mio tirocinio, mi è stata data la possibilità di formare o di assistere a un gruppo di psicodramma. Quindi, in questo lavoro metterò a confronto il caso clinico da me seguito, con altri casi simili al mio però trattati con lo psicodramma e, trovati fra le riviste e i testi di psicodramma freudiano. Nella tesi, partendo da un excursus storico sulla diagnosi in psichiatria, si parla anche della diagnosi in psicoanalisi; una diagnosi che non parte dal fenomeno, come quella psichiatrica, ma dalla struttura che mette in relazione il soggetto, l’oggetto e l’Altro. Il lavoro è stato condotto partendo dai testi di S. Freud e J. Lacan. A seguito di tutta la parte teorica, è esposto il caso clinico da me seguito, e sono state messe in rilievo le frasi dei colloqui che secondo me sono più salienti. Come si può leggere, il caso, tratta di “nevrosi traumatica” come

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Susanna Pappalardo Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1907 click dal 02/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.