Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La violenza assistita intrafamiliare

L'elaborato presenta una panoramica generale sul tema della violenza assistita, definita come quella forma di maltrattamento psicologico che si manifesta tutte le volte in cui un bambino si trova esposto a forme di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica esercitata sulle figure che costituiscono per lui un punto di riferimento o su persone a lui legate affettivamente che siano adulte o minori. Rientrano nella categoria della violenza assistita anche quelle situazioni in cui il minore assiste a violenze su altri minori e/o altri membri della famiglia, oppure ad abbandoni e maltrattamenti a danni di animali domestici.
Nella tesi viene esposto uno sguardo generale per la definizione del fenomeno ed in seguito le conseguenze che tale esperienza determina sui minori.
Infine vengono analizzati i possibili interventi attuabili in favore delle vittime.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE A partire da un orientamento teorico e di ricerca basato sulla teoria dell'attaccamento, questo lavoro vuole approfondire i diversi aspetti di una tematica oggi molto presente fra gli specialisti e nelle famiglie: la violenza assistita. L’obiettivo di questo elaborato è quello di mettere in risalto la delicatezza del compito che spetta agli psicologi e psicoterapeuti, i quali hanno il dovere di valutare il benessere psicologico dei piccoli testimoni e attuare interventi volti a garantire loro uno sviluppo sicuro e armonioso. Diviene indispensabile a tale scopo approfondire gli aspetti di cambiamento che l’esperienza traumatica dell’assistere alla violenza all’interno del contesto familiare produce in tutti i suoi protagonisti, non solo per suscitare una sensibilizzazione crescente del fenomeno, ma soprattutto per attivare interventi più incisivi di tutela e di cura. Il primo capitolo illustra la definizione di violenza assistita e i principali modelli esplicativi che si sono affermati nell’analisi del fenomeno, con particolare attenzione all’orientamento teorico sul quale si sviluppa l’intero elaborato: la teoria dell’attaccamento. Vengono poi presi in esame alcuni concetti chiave che permettono di definire più specificatamente il fenomeno, collocandolo all’interno di un quadro di riferimento più ampio: lo stretto legame che intercorre fra violenza domestica e abuso all’infanzia, ovvero come la violenza all’interno di una famiglia sia il singolo fattore più significativo in termini predittivi di maltrattamenti verso i bambini; i fattori di rischio e protezione, che possono amplificare o mitigare l’impatto della violenza subita sul naturale sviluppo dei bambini e il concetto di resilienza, intesa come la capacità adattivo-evolutiva del minore di andare oltre le esperienze traumatiche vissute e di affrontare in modo funzionale le successive fasi di sviluppo; la trasmissione 1

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Michela Cavalleri Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8896 click dal 24/01/2011.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.