Skip to content

Cerimonie religiose e gruppi cerimoniali a Striano

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Prota
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Flavia Cuturi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 118

La ricerca antropologica alla base di questo elaborato, è stata realizzata in un vecchio paese agricolo, di nome Striano, sito nella Valle del Sarno. Lo studio affronta il tema delle cerimonie religiose che vi si svolgono, alla luce dei gruppi cerimoniali, che nel corso del tempo, le hanno attuate e preservate.
Si evince come i suoi abitanti, detti strianesi, fanno del radicamento al passato qualcosa che li caratterizza attraverso un forte senso di identità popolare. Spaziando nel tempo incontriamo storia, arte, religione, caratteri antropologici di natura religiosa che ricostruiscono il loro sentimento di appartenenza al territorio.
Lo studio ruota intorno a tre fattori di grande interesse che sono alla base delle modalità della partecipazione liturgica :
I. una parte della popolazione segue un percorso di fede comunitario.
II. La maggior parte della popolazione segue un percorso di fede individuale, con la partecipazione alla vita comunitaria della parrocchia, salvo casi di non partecipazione, o partecipazione non costante, non presi in esame in questo contesto di ricerca.
III. un ultimo punto non meno importante, ovvero quello di una parte minima di popolazione, perlopiù anziana, che cerca di tutelare, non senza aver incontrato difficoltà nel tempo, una processione penitenziale secolare un tempo attuata dall’estinta Confraternita del luogo, in lotta con il parroco locale che non la ritiene appartenente ad una liturgia canonica.
La ricostruzione si basa su fonti di archivio parrocchiale ritrovate e custodite, soprattutto grazie all’amore per le tradizioni del passato da parte di studiosi locali. Tutta la vita comunitaria ruota intorno all’unica chiesa parrocchiale, intitolata a San Giovanni Battista, elevata a parrocchia nel 1739. Questa, insieme alla Congrega del SS. Crocifisso, risalente al XVII sec. ed ex sede dell’omonima confraternita ormai estinta, custodisce notevoli opere pittoriche e scultoree di grande valore che nel tempo sono state oggetto di numerosi furti.
Si è respirata l’aria degli archivi alla ricerca di ogni minimo particolare, per attuare una precisa ricostruzione storica; si sono incontrate persone in cui la memoria del passato è ancora viva, quasi in attesa di un ritorno, e ricostruiti accuratamente i loro ideali, i loro punti di vista. I veri valori presenti in questo paese sono trasmessi proprio dai semplici, dagli anziani, da persone poco istruite che hanno fatto della fede un qualcosa di inscindibile dalla loro vita. E allora ci rendiamo conto di come queste persone non comprendano il cambiamento societario che inevitabilmente ha portato con sé la perdita di alcune tradizioni a discapito di altre. Purtroppo è sempre difficile affrontare il cambiamento di certi valori, certe credenze quando i rappresentanti del popolo strianese, si sono sempre basati su di essi. Poi vi è il cambiamento liturgico, un’arma a doppio taglio verso ogni forma religiosa che si discosta da quelle ufficiali. A Striano sono presenti queste tematiche che si intrecciano con altri aspetti della vita comunitaria: liturgia ufficiale con le sue rappresentazioni che coinvolge una buona parte del popolo e nuove forme evangeliche che racchiudono una minoranza di persone intorno alla figura del parroco. Con la riscoperta degli archivi, dei documenti, di foto o filmati, rivivono anche coloro che non ci sono più, attraverso espressioni fotografiche e i ricordi di chi racconta. Si è cercato di mettere in luce aspetti locali comparandoli con quelli di altri luoghi, per poter così creare una sorta di dibattito generale sulla religione, sul folklore, ma ancor più importante sugli aspetti della pietà popolare, nelle sue varie manifestazioni. Ho voluto dare un contributo a delle cerimonie che spesso osservandole da semplici spettatori, non sono colte nella loro vera essenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione La ricerca antropologica alla base di questo elaborato, è stata realizzata in un vecchio paese agricolo, di nome Striano, sito nella Valle del Sarno. Lo studio affronta il tema delle cerimonie religiose che vi si svolgono, alla luce dei gruppi cerimoniali, che nel corso del tempo, le hanno attuate e preservate. Si evince come i suoi abitanti, detti strianesi, fanno del radicamento al passato qualcosa che li caratterizza attraverso un forte senso di identità popolare. Spaziando nel tempo incontriamo storia, arte, religione, caratteri antropologici di natura religiosa che ricostruiscono il loro sentimento di appartenenza al territorio. Il nostro studio ruota intorno a tre fattori di grande interesse che sono alla base delle modalità della partecipazione liturgica : I. una parte della popolazione segue un percorso di fede comunitario. II. La maggior parte della popolazione segue un percorso di fede individuale, con la partecipazione alla vita comunitaria della parrocchia, salvo casi di non partecipazione, o partecipazione non costante, non presi in esame in questo contesto di ricerca. III. un ultimo punto non meno importante, ovvero quello di una parte minima di popolazione, perlopiø anziana, che cerca di tutelare, non senza aver incontrato difficoltà nel tempo, una processione penitenziale secolare un tempo attuata dall’estinta Confraternita del luogo, in lotta con il parroco locale che non la ritiene appartenente ad una liturgia canonica. Citando uno studio realizzato da Palumbo (2003) nel paese di Catalfaro in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia culturale
cammino neocatecumenale
corpus domini
festività religiose
antropologia religiosa
processione degli incappucciati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi