Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità dei nodi interscambio modale. Caso studio Piazza Giulio Cesare di Palermo

I nodi di interscambio modale sono importanti luoghi fisici sia sotto l’aspetto puntuale sia calati all’interno della complessa rete urbana di una città. Essi infatti rappresentano punti di snodo per gli utenti che, compiendo un viaggio, decidono di cambiare mezzo di trasporto.
La politica dei trasporti in Italia in questi ultimi anni ha cercato di creare le condizioni tali da spingere l’utente, relativamente alle proprie scelte di viaggio, verso l’utilizzo del mezzo pubblico piuttosto che del privato; questa opzione infatti migliorerebbe non solo la qualità del movimento veicolare ma anche la qualità ambientale e della vita in generale.
Per favorire tale scelta è fondamentale incentivare l’utente aumentando la qualità dei servizi offerti.
Lo scopo di questo studio è proprio quello di calcolare sperimentalmente un Indice di qualità per nodi di interscambio modale, attraverso il quale è possibile leggere la percezione che gli utenti hanno del servizio nella sua globalità.
Tale indice di qualità è stato calcolato come una combinazione lineare di fattori di qualità opportunamente scelti che gli utenti erano chiamati a giudicare in sito; per questa analisi è stato scelto come nodo studio la Piazza Giulio Cesare a Palermo, uno dei più importanti nodi di interscambio della città, in cui confluiscono diversi terminali di trasporto pubblico e un importante flusso di utenti durante il corso della giornata.
Il primo capitolo riporta un attento studio sul concetto e sulla visione dell’intermodalità nella nostra nazione, gli studi effettuati in tal senso negli
ultimi anni presso alcuni fra i più importanti aeroporti europei, intesi anch’essi come nodi di interscambio, con relativa evoluzione della normativa.
Nel secondo capitolo vengono riportate le fasi fondamentali per la conduzione di una buona analisi di qualità relativa alla percezione dell’utente.
Nel terzo capitolo vengono presentati i nodi di interscambio, la loro funzione all’interno di una complessa rete cittadina e il nodo caso studio.
Nel quarto ed ultimo capitolo si riportano l’analisi svolta per il caso studio, adottando la metodologia precedentemente descritta, e le conclusioni più significative a cui si è giunti, che riguardano alcune proposte volte a possibili interventi migliorativi del servizio. Sono state fatte inoltre delle considerazioni su come la condizione dell’utente, psicologica e fisica, possa influenzare la percezione

Mostra/Nascondi contenuto.
CA 1 EDA: AEE 1.1 La aa aaaa a , aa a a , a, a a, a a. O a a a a aa a , a, a a a a, a a aaa a a a . I aa a a a a a a a a . D, a a a a a aa a aaa a a a. Sa a a aa aa a, a , a aa, aaa a ’I S Fa Ra Ta aa a a a 2005 2008, a Iaa a a a ’a a a ’ a a a a a a , a. C a a a a a a aa a 4 lenitnetuilgdtzzilituotropsrtidirotteveimetsisisrevididenoiznibmoclerenegniednetniiseldomenoizrgetnioàtildomretnienimretlinooscledirenoilgittutnococilbbupootvirpozzemlirfitnemtsopsirporpirepereilgecsrevodetnemlnroigvortisehcetnetulldtipecrepeneivmitlutseuqemocusottuttrposetreveluqliltniàtildomretni’lluslielirtinnilgvitlereitropsrirepcrecieenoizmroeroirepuotutitslldtzzilerisiln’nuertropiroidutsortsonledinifietnsseretnièotmreffneppotnuqidesblluidrtirilibissopiodrugiritnetuilgirucissehcoizivresidollevilotrecnuidiznrgllusesettidopmetlusinoizmrofniidàtilibinopsidllusisrrtnecnocevedirotrepoilgedenoiznett’leuqnuocilbbupozzemledisrivresiddicedihcrepoiggivledelibtropposonemetrplidrobsrtieneesettellenonudividniidutsilgerlocitrpnitnetuilgedetlecselodomoirvnionzneulfniehcitnenopmocesoremundotzzirettrcèocilbbupotropsrtidmetsisnurepehcàtiluqidoizivresnuerinrofelibsnepsidnièivittellocotropsrtidimetsisiedozzilitu’lervitnecnirepotntrepotvirpolocievledocitsirettrcolleuqelibissopùipliinicivvisehcoizivresnucrecznetu’liggoizpsidinoiztimilitrofortl’lrtonnhisevodenbrueerellenerlocitrpniàtilibomidongosibetnecserceomissitrofnudtzzirettrcèenropmetnocàteicosailatIniàtiladomretni’LIRGGSSPÀTILOMRTNI’LOLOTIP

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Valentina Plano Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1281 click dal 28/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.