Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove strutture organizzative e l'ICT nel sistema bancario

Lo sviluppo tecnologico è un fenomeno che negli ultimi anni sta interessando notevolmente l'economia, in tutti i suoi settori e in tutte le sue figure professionali. Un settore che negli ultimi anni sta timidamente puntando verso l’utilizzo di nuove tecnologie, soprattutto quelle dell’informazione e della comunicazione (ICT), è quello bancario. Questo lavoro ha come obiettivo, proprio quello di indagare e porre l’accento su come l’ICT stia conformando il sistema bancario in tutti i suoi elementi (struttura organizzativa, metodi di gestione del personale). Il tutto verrà analizzato concretamente attraverso l'analisi del caso di studio: Banca Mediolanum.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Lo sviluppo tecnologico è un fenomeno che negli ultimi anni sta interessando notevolmente l’economia, in tutti i suoi settori e in tutte le sue figure professionali. L’aumento degli investimenti in nuovi impianti, in apparecchiature e per il miglioramento dei processi produttivi, è un evento facilmente visibile nella quasi totalità delle aziende italiane. Un settore che negli ultimi anni sta timidamente puntando verso l’utilizzo di nuove tecnologie, soprattutto quelle dell’informazione e della comunicazione (ICT), è quello bancario. Questo lavoro ha come obiettivo, proprio quello di indagare e porre l’accento su come l’ICT stia conformando il sistema bancario in tutti i suoi elementi. Il processo innovativo sta, infatti, incidendo sugli aspetti organizzativi, sui modelli comportamentali delle banche, sul modo di lavorare dei dipendenti di banca e sulla relazione esistente tra istituto di credito e cliente. Sulla base di ciò, nella prima parte vengono analizzate le tradizionali strutture organizzative (quella funzionale, quella divisionale e quella gerarchica), facendo attenzione a quali sono i loro punti forza e quali, invece, i loro punti deboli. Durante la trattazione si è cercato, anche, di dare una rappresentazione grafica dei modelli, illustrando come negli anni questi si siano succeduti l’uni agli altri. Sempre nel primo capitolo, si pone l’attenzione su due risorse tanto preziose quanto difficili da trovare: la conoscenza e le competenze. Quindi, si discute su come coltivare tali risorse e su come sia importante a proposito adottare approcci idonei, uno su tutti il Knowledge Management, in grado di diffondere informazioni utili e conoscenze fra i componenti di un’organizzazione. Il paragrafo successivo, invece, evidenzia l’impatto delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione sul mondo bancario. Questo, mostrando come l’innovazione abbia favorito il cambiamento organizzativo e la ricerca della flessibilità, abbia modificato il modo di interagire e comunicare fra i dipendenti, e come sia risultato importante nel cambiamento dei metodi lavorativi e delle politiche occupazionali. Successivamente, viene analizzato il nuovo modello del Business Process Reengineering, ponendo anche qui l’accento sui suoi punti di forza e di debolezza.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Simone Colopi Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1576 click dal 04/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.