Skip to content

Donne migranti e mediazione linguistico-culturale: il caso dell'Associazione Trama di Terre

Informazioni tesi

  Autore: Berenice Scandone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
  Relatore: Maurizio Bergamaschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

Avvalendosi degli studi condotti sull'argomento, verranno discussi aspetti pratici e teorici della mediazione linguistico-culturale, con l'intento di metterne in luce i risvolti legati alla condizione delle donne migranti. In particolare, l'analisi svolta inserisce la riflessione sulla mediazione linguistico-culturale, e la relativa ricerca sul campo, nel più ampio contesto delle migrazioni internazionali. Verrà pertanto ripresa la letteratura scientifica prodotta in merito, al fine di inquadrare il fenomeno migratorio nei suoi diversi aspetti. Considerato il particolare focus della presente ricerca, verrà inoltre dato un ampio spazio a quei filoni di ricerca che hanno affrontato l'argomento in una prospettiva di genere. L'indagine si concentrerà quindi sul particolare contesto italiano, di cui verranno discussi i caratteri assunti dalla presenza immigrata e il modo in cui tale presenza è stata gestita. A tal fine, verrà proposta un'analisi della legislazione nazionale e locale in materia di immigrazione. Alla riflessione nella prospettiva di genere sul tema della mediazione linguisticoculturale, si lega, dandovi un valore aggiunto, la ricerca effettuata nell'ambito dell'Associazione interculturale Trama di terre di Imola, un'associazione tutta al femminile, che lavora a favore delle donne migranti, e da oltre dieci anni offre un servizio di mediazione svolto principalmente nell'ambito dei servizi sociali e sanitari del territorio imolese. La ricerca nell'ambito dell'associazione è stata effettuata sulla base di tre mesi di tirocinio, che mi hanno dato la possibilità di adottare il metodo dell'osservazione partecipante rispetto all'area della mediazione, e delle interviste in profondità rivolte alle mediatrici che vi lavorano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente lavoro, che si configura come un'analisi da un punto di vista di genere del dispositivo di mediazione linguistico-culturale, nasce dalla consapevolezza delle difficoltà di inserimento vissute dalle donne migranti che si stabiliscono nel nostro paese. Una consapevolezza che si è venuta consolidando nei contatti avuti con queste donne e nei discorsi scambiati con loro, grazie principalmente alle esperienze svolte come tirocinante nell'Associazione interculturale Trama di terre e come insegnante di lingua italiana in un corso per donne straniere. Tra i problemi quotidianamente incontrati dalle donne immigrate, emergono in maniera rilevante le difficoltà di utilizzo dei servizi pubblici presenti sul territorio. Tali difficoltà appaiono per lo più attribuibili alla scarsa conoscenza della lingua italiana, e alle differenze di tipo culturale che informano pratiche e concetti in gioco. Nasce da qui l'interesse per la mediazione linguistico-culturale, quale strumento volto a favorire l'inserimento degli stranieri facilitandone il rapporto con i servizi. In Italia, la mediazione linguistico-culturale è stata introdotta nei servizi a partire dall'inizio degli anni '90, con l'obiettivo principale di agevolare la comunicazione tra operatore e utente straniero. Da allora, si sono andate moltiplicando le esperienze intraprese in quest'ambito, e il tema della mediazione linguistico-culturale si è imposto all'attenzione di studiosi e addetti ai lavori. I numerosi studi che si sono dedicati all'argomento ne hanno preso in considerazione i diversi aspetti, sia pratici che teorici, e non sono mancate le ricerche sul campo. Al di là dell'unanime riconoscimento dell'utilità di tale dispositivo, tuttavia, emerge dagli studi una forte eterogeneità di concezioni teoriche e di applicazioni pratiche rispetto alla mediazione ed alla figura del mediatore. Tuttora, si sente pertanto la necessità di arrivare ad una maggiore definizione di cosa sia la mediazione, da cui l'importanza di ulteriori studi e ricerche. Le interconnessioni che legano la mediazione linguistico-culturale alla particolare condizione delle donne migranti rappresentano un'area ancora poco indagata. Un'analisi della mediazione linguistico-culturale effettuata da un punto di vista di genere risulta peraltro di notevole interesse, laddove si consideri che sono in prevalenza le donne ad usufruire dei servizi del territorio, e ad avere al contempo un maggiore bisogno di mediazione. Spesso, infatti, le donne immigrate non conoscono la lingua italiana, e vivono isolate nella società di accoglienza. Anche se non è corretto parlare di tradizione versus modernità, inoltre, è tuttavia innegabile che 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donne
donne migranti
immigrazione
intercultura
mediazione
mediazione interculturale
mediazione linguistico-culturale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi