Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Migrazione e diritti: il caso dei jornaleros migrantes in Sinaloa

L'obiettivo di questa tesi è studiare, da un punto di vista storico e geografico, come si comporta e quali siano le conseguenze della migrazione stagionale interna in Messico. In particolare, ci si è concentrati sulla migrazione interna che coinvolge le popolazioni rurali degli stati di Oaxaca e Guerrero, nel sud del Messico, e le grandi proprietà agricole dello stato di Sinaloa, dove si coltivano soprattutto ortaggi destinati all'esportazione. Lo studio si propone di analizzare come si è evoluta l'economia messicana nel corso dei secoli, per spiegare le differenze interne in Messico che giustificano l'elevata migrazione interna; in seguito, si focalizza sullo stato di Sinaloa, le sue vicende economiche e il suo sviluppo quale "estado agrícola" del Messico. Infine, nell'ultimo capitolo, si è analizzato il problema specifico dei jornaleros agrícolas, le loro problematiche e alcune prospettive future di questo problema.

Mostra/Nascondi contenuto.
III INTRODUZIONE Esposizione del problema La domanda “Perché migra la gente?” può apparire banale, ma in realtà essa nasconde una serie di problematiche che rendono la risposta assai complessa, a causa delle molteplici ragioni coinvolte, in alcuni casi molto concrete, in altre di carattere soggettivo, ed in altre ancora senza alcun apparente elemento razionale che sostenga l‟atto della migrazione 1 . In termini generali, l‟atto della migrazione risponde ad una combinazione di diversi fattori economici, sociali, politici, demografici presenti sul territorio; tali fattori incidono nella forma di pensare e di agire dei soggetti e che sono alla base della decisione di lasciare il luogo di nascita e della scelta di un luogo di arrivo. Alcuni di questi fattori sono la disoccupazione e la sottoccupazione, la mancanza di strutture educative di qualità, la scarsità delle strutture sanitarie, la pressione demografica, la reazione rispetto alle autorità locali, l‟assenza di strutture ricreative o culturali, i bassi salari 2 . Nello spiegare il fenomeno migratorio, i fattori di ordine economico sono considerati come predominanti, e come tali verranno trattati nelle pagine che seguono; essi si presentano come il risultato della comparazione delle opportunità economiche tra il luogo di origine e quello di destinazione 3 . Ciononostante, esistono altre cause che inducono alla migrazione e che non sono strettamente collegate all‟economia, ma che sono al contrario relazionate con le caratteristiche proprie degli individui, con le loro aspettative e i loro comportamenti, e che hanno un peso determinante nella decisione di emigrare. Inoltre, bisogna tenere conto 1 Centro de Estudios Económicos y Demográficos, Dinámica de la población de México, El Colegio de México, 1983, México, Distrito Federal (DF), pp. 85-89 2 Ibid, pp. 85-89 3 Ibidem

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali

Autore: Alessandro Tedesco Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 342 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.