Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impatto del rischio reputazionale sui prezzi azionari

L’obiettivo del lavoro è valutare l’impatto del rischio reputazionale, spesso sottovalutato e considerato secondario, rispetto all’andamento delle società, in particolare rispetto ai corsi azionari delle società quotate. Fondamentale appare mettere in relazione metodologie quantitative tipiche del risk management e gli strumenti manageriali che ricadono nell’ambito generico della comunicazione d’impresa. A tale scopo è stata condotta un’analisi di numerosi casi pratici attraverso l’applicazione del metodo dell’Event Study, che determina se e quanto un evento abbia un impatto reputazionale duraturo sui corsi azionari delle società analizzate.

Mostra/Nascondi contenuto.
Parte I – La reputazione e il rischio 1. L’importanza della reputazione d’impresa «Ci vogliono 20 anni per creare una reputazione e cinque minuti per distruggerla» diceva Warren Buffet. La reputazione è l’asset più prezioso e più fragile, sia pure intangibile, della maggior parte delle aziende di oggi. Una buona reputazione, faticosamente guadagnata nel tempo, può essere sorprendentemente fragile nel XXI secolo globalizzato e interconnesso. La fiducia e la sicurezza che ne sono alla base possono essere irrimediabilmente danneggiate da una momentanea perdita di giudizio o da un commento involontario. Le notizie di tali defaillance circolano in pochi minuti in tutto il mondo veicolati dai media, generando “pandemie mediatiche” che arrivano a distruggere anche irrimediabilmente la capacità dell’impresa di creare valore. Vi è una forte correlazione tra l'organizzazione, la reputazione e la sua capacità di commercializzare con successo i propri prodotti. Commercializzare con successo significa che le comunicazioni di marketing dell’organizzazione saranno più efficaci, i consumatori saranno più disposti a provare prodotti venduti sotto il marchio della società, e l’organizzazione disporrà inoltre di maggiori capacità di rendere accettabile per i suoi clienti un premium price. La reputazione interviene anche nel processo d’acquisto, rappresentando in molti casi l’ultimo elemento decisivo per convincere l’acquirente. 1.1 La reputazione i portatori di interessi Vi sono diversi orientamenti in merito alla definizione di “reputazione”. Nella teoria dei giochi la reputazione è ritenuta un fondamentale segnale in presenza di asimmetria informativa per i consumatori/clienti che posseggono informazioni limitate sul comportamento dell’impresa. «Essi hanno minori informazioni 7

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Eleonora Prezioso Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1400 click dal 03/02/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.