Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo della meccanizzazione agricola nella P.A.C.

I recenti sviluppi dei negoziati GATT, sul tema della riduzione delle barriere al commercio internazionale dei prodotti agricoli, propongono scenari incerti per il futuro dell'agricoltura dell'Unione Europea.
Quest'ultima ha conosciuto un eccezionale sviluppo nel corso di un trentennio grazie alla protezione fornitagli dalla Politica Agricola Comunitaria, una delle tante politiche previste dal Trattato di Roma per la realizzazione del Mercato comune ma che si è via via affermata come il principale campo di azione a livello europeo.
Nonostante però il rapido raggiungimento di livelli produttivi che garantivano l'autosufficienza alimentare, la PAC ha continuato ad accrescere il suo peso sulle vicende produttive dell'agricoltura comunitaria, provocando nel contempo notevoli distorsioni nei processi di allocazione delle risorse e nel commercio internazionale dei prodotti agricoli.
A causa dei legami di interdipendenza esistenti tra i vari settori dell'economia, tali effetti non potevano non ripercuotersi su un settore intimamente legato alle vicende dell'agricoltura come quello della meccanica agricola (produzione e vendita di trattrici e mietitrebbiatrici).
Nel presente lavoro si cerca di stabilire in che modo i comportamenti di protezionismo agricolo introdotti dalla PAC possano aver esercitato la loro influenza, sia pure indirettamente, sul processo di meccanizzazione agricola della CEE, e le implicazioni che ne derivano per industria della meccanica agricola.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE I recenti sviluppi dei negoziati GATT, sul tema della riduzione delle barriere al commercio internazionale dei prodotti agricoli, propongono scenari incerti per il futuro dell'agricoltura dell'Unione Europea. Quest'ultima ha conosciuto un eccezionale sviluppo nel corso di un trentennio grazie alla protezione fornitagli dalla Politica Agricola Comunitaria, una delle tante politiche previste dal Trattato di Roma per la realizzazione del Mercato comune ma che si è via via affermata come il principale campo di azione a livello europeo. Nonostante però il rapido raggiungimento di livelli produttivi che ga- rantivano l'autosufficienza alimentare, la PAC ha continuato ad accrescere il suo peso sulle vicende produttive dell'agricoltura comunitaria, provocando pe- rò nel contempo notevoli distorsioni nei processi di allocazione delle risorse e nel commercio internazionale dei prodotti agricoli. A causa dei legami di interdipendenza esistenti tra i vari settori del- l'economia, tali effetti non potevano non ripercuotersi su un settore intima- mente legato alle vicende dell'agricoltura come quello della meccanica agrico- la. Nel presente lavoro si cerca di stabilire in che modo i comportamenti di protezionismo agricolo introdotti dalla PAC possano aver esercitato la loro in- fluenza, sia pure indirettamente, sul processo di meccanizzazione agricola

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianpaolo Fornari Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3403 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.