Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Corporate social responsibility e tutela dell'ambiente

Il presente lavoro nasce da una riflessione sull’importanza che riveste la tematica ambientale nel mondo contemporaneo e sulla possibilità di coniugare la logica del profitto, propria del mondo imprenditoriale, con la necessità di salvaguardare la natura.
Negli ultimi decenni la sensibilità ambientale è profondamente cambiata in concomitanza con l’aumento dell’inquinamento, dei problemi legati all’approvvigionamento delle risorse e ai cambiamenti climatici.
La tutela dell’ecosistema è strettamente connessa con il mondo delle imprese, generatrici di ricchezza ma al contempo causa principale del depauperamento dell’ambiente e dell’inquinamento.
La nostra trattazione mira ad analizzare in che modo la Corporate Social Responsibility, cioè una gestione socialmente responsabile dell’attività d’impresa, possa contribuire allo sviluppo sostenibile apportando contemporaneamente dei vantaggi all’impresa stessa.
Il punto di partenza è l’elaborazione del concetto di sviluppo sostenibile a livello internazionale dalla prima enunciazione da parte della Commissione Brundtland del 1987 fino ad oggi.
Parallelamente alla crescente attenzione verso le tematiche ambientali, il principio economico ha perso il suo primato tra gli interessi meritevoli di tutela da parte degli ordinamenti giuridici.
La stessa teoria economica si è interessata a queste trasformazioni e al modo di coniugare crescita economica e rispetto dell’ambiente e, al riguardo, sono state riportate le considerazioni di alcuni economisti sulla nascita di un’etica degli affari, intesa come logica economica cui viene posto un vincolo morale che non ne snaturi l’essenza.
Il secondo capitolo è dedicato, nello specifico, alla Corporate Social Responsibility, che può essere considerata come un’efficace strategia aziendale e, allo stesso tempo, come autoregolazione del mondo economico. La normativa nazionale e comunitaria prevede diversi strumenti volontaristici a disposizione dell’impresa per attuare una governance responsabile nei confronti dell’ambiente. Tali strumenti, che vanno dai sistemi di gestione ambientale ai marchi ecologici al mercato delle emissioni, consentono una tutela ambientale che superi gli standard imposti dalla legge e porti ad una migliore razionalizzazione dell’attività d’impresa. Nell’ultima parte del nostro lavoro, infine, viene analizzata la Corporate Social Responsibility di una grande holding del settore energetico, l’Enel s.p.a., ai primi posti nel mondo per il suo impegno a favore dello sviluppo sostenibile.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Piano della ricerca Il presente lavoro nasce da una riflessione sull‟importanza che riveste la tematica ambientale nel mondo contemporaneo e sulla possibilità di coniugare la logica del profitto, propria del mondo imprenditoriale, con la necessità di salvaguardare la natura. Negli ultimi decenni la sensibilità ambientale è profondamente cambiata in concomitanza con l‟aumento dell‟inquinamento, dei problemi legati all‟approvvigionamento delle risorse e ai cambiamenti climatici. La tutela dell‟ecosistema è strettamente connessa con il mondo delle imprese, generatrici di ricchezza ma al contempo causa principale del depauperamento dell‟ambiente e dell‟inquinamento. La nostra trattazione mira ad analizzare in che modo la Corporate Social Responsibility, cioè una gestione socialmente responsabile dell‟attività d‟impresa, possa contribuire allo sviluppo sostenibile apportando contemporaneamente dei vantaggi all‟impresa stessa. Il punto di partenza è l‟elaborazione del concetto di sviluppo sostenibile a livello internazionale dalla prima enunciazione da parte della Commissione Brundtland del 1987 fino ad oggi. Parallelamente alla crescente attenzione verso le tematiche ambientali, il principio economico ha perso il suo primato tra gli interessi meritevoli di tutela da parte degli ordinamenti giuridici. La stessa teoria economica si è interessata a queste trasformazioni e al modo di coniugare crescita economica e

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Maria Teresa Francucci Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5168 click dal 17/02/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.