Skip to content

L'export del vino italiano in Giappone

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Durante
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Commercio estero
  Relatore: Giovanni Favero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 139

La tesi presenta una indagine sull’export del vino italiano in Giappone, condotta sulla base di una analisi dei dati macroeconomici e di interviste a esportatori, importatori e consumatori effettuate in loco. In Giappone il vino è presente da tempo, ma il vino italiano ha cominciato a diffondersi solo dagli anni Settanta. Subisce la concorrenza dei francesi, che occupano quasi metà del mercato, e degli spagnoli, ma anche di altre bevande meno costose e con una minore gradazione alcolica (sake, birra, shochu). Per i giapponesi il consumo di vino crea ancora uno status, ed è riservato ad occasioni speciali, per lo più quando escono a cena in ristoranti stranieri. Le donne apprezzano il vino più degli uomini, e i consumatori sono soprattutto salarymen o salarywomen. Le aziende italiane che esportano il loro vino in Giappone non riscontrano grossi problemi, ma devono rispondere tempestivamente e con precisione alle richieste degli importatori. A parere degli intervistati, il vino italiano deve ancora costruirsi un’identità chiara e definita, capace di stimolare la curiosità del consumatore giapponese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Premessa Questo elaborato nasce un po’ per caso, e un po’ da un sogno che è rimasto per anni nel cassetto. Da giovane entusiasta divoratrice di manga e appassionata di anime giapponesi quale sono da anni, ho sempre nutrito una forte curiosità nei riguardi della terra e della gente che hanno generato questo tipo di prodotti culturali. Rendendomi conto della complessità e stranezza, agli occhi di noi Occidentali, di una cultura così antica e lontana dalla nostra, desideravo immergermi in essa per cercare di comprendere e apprendere il più possibile. Lo stage presso la Camera di Commercio italiana in Giappone mi ha dato questa possibilità, e per sfruttarla fino in fondo mi sembrava opportuno coniugare l’esperienza all’estero con la ricerca per la tesi, in modo tale da potermi avvicinare ancora di più e con un altro “paio di occhiali” al popolo ed alla cultura giapponese. Per definire l’argomento di studio, non ho dovuto fare altro che guardarmi intorno: abito nella provincia di Treviso, circondata dai colli di Conegliano e Valdobbiadene, e giusto in quel periodo si stava svolgendo la fiera Vinitaly a Verona… Non mi ci è voluto molto per decidere che l’oggetto di analisi sarebbe stato il vino italiano, che gode in tutto il mondo di un’immagine di raffinatezza ed eleganza, ed è associato alle tante bellezze culturali e naturali che l’Italia offre ad italiani e stranieri. Da qui la scelta di esplorare, con questo elaborato, il mondo del vino italiano che viene esportato in Giappone. Ho cercato di coprire tutti gli aspetti che ritenevo importanti, dallo studio del mercato, ad esempio in termini di fasce di prezzo e concorrenza, alla parte burocratica e legislativa, con un occhio anche all’offerta italiana ed alla varietà che essa presenta. Tuttavia, non mi sembrava sufficiente affidarmi ai semplici dati statistici ed agli studi istituzionali. Per questo ho deciso che una parte della tesi avrebbe contenuto delle interviste, condotte da me, ai diretti interessati: esportatori, importatori, distributori, ristoratori e consumatori. In questo modo, ho potuto raccogliere la voce e le impressioni di chi lavora sul campo, ed ho realizzato il mio desiderio di entrare in contatto in maniera più profonda con il “modo di fare” e di pensare dei giapponesi, e degli stranieri che lavorano in Giappone.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi