Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Chanel: comunicazione, moda e pubblicità

Un percorso su ciò che è la moda, la comunicazione e la pubblicità tramite l'analisi di due spot televisi di profumi su Chanel e una breve storia su questa grande donna e il suo modo di vendere e fare moda.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Definire la moda può apparire scontato, ma provando a cercare la voce moda su un dizionario della lingua italiana ci si rende subito conto del contrario: “Modo corrente del vestire e dell’acconciarsi, legato a una determinata epoca e al gusto di una determinata società”. In senso concreto e al plurale: “Articoli per abbigliamento femminile, con una certa pretesa di lusso e di eleganza” 1 . La moda comunica, la moda cambia, la moda restituisce le tensioni dell’evoluzione sociale, rinnova le forme, fa sorgere il nuovo creando istanti in cui la vita sembra mutare e rompere con la quotidianità. Attraente, seduttiva, mutevole, carismatica, incessante la moda è ambigua, è tesi e antitesi, è socialità e antisocialità. Da Simmel a Veblen, da Flugel a Davis e Konig molti furono gli studiosi che si sono adoperati per esaminare questo fenomeno così complesso. Sia che si tratti della teoria dell’uniformità e 1 Vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarlli, 1999.

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Maria Elena Paris Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15932 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.