Skip to content

Zucchero senza glucosio, passioni senza oggetto. I mutamenti nella percezione della realtà, nelle arti performative degli ultimi anni.

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Iacobacci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Antonio Audino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

2.1– La terra degli ossimori

“In termini puramente fisici, si può dire che l’effetto di realtà esiste soltanto in un sistema a velocità e a continuità relative. In società più lente, come quelle primitive, la realtà non esiste, non ‘si cristallizza’, in mancanza di una massa critica sufficiente”

Riflessioni continue su ciò che è (o che doveva essere) reale e ciò che è invece da considerarsi frutto dell’illusione, sono state una costante nella storia dell’umanità. Oggi, siamo giunti ad un eccesso di realtà, ad un ‘iperealizzazione’ di ogni valore e di ogni entità, ed è proprio questo che ci ha portato paradossalmente, a vivere nella più completa illusione, un’illusione che tuttavia, come vedremo in seguito, è tutt’altro che a nostro vantaggio. Nel momento in cui tutto venne creato, il mondo si trovava in una condizione di realtà nettamente diversa rispetto a quella di oggi: l’elevata temperatura, consentiva la coesistenza di particelle e antiparticelle, di materia e antimateria. Ogni cosa dunque, riusciva a convivere con il suo doppio, con la sua contraddizione. Con il raffreddamento della terra però, le antiparticelle e quindi l’antimateria, scomparvero ai nostri occhi, lasciandoci in balia dell’osservabile e dell’oggettività ‘assoluta’ di ciò che è nero o bianco, ciò che è bene o male, luce o ombra, ciò che è appunto osservabile, tangibile e paragonabile . È il mondo stesso quindi, che ci ha fornito la prima illusione, la più grande di tutte giacché si basa sull’impossibilità che più oggetti, coesistano allo stesso tempo, come quando osserviamo una stella e sappiamo che quella stella in realtà è già morta molto tempo prima . Nulla esiste in tempo ‘reale’, ed è proprio grazie a questo che riusciamo a percepire ogni cosa e a distinguere, perché in una condizione di coesistenza generale, tutto esisterebbe assieme al suo contrario in una miscela improbabile di promiscuità, ognuno di noi, sarebbe il risultato di un confluire di tutti gli altri poiché non ci sarebbe più distanza tra le cose.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione Mentre sfoglio le pagine, in cerca delle parole esatte per scrivere un‟introduzione eloquente e „adeguata‟, mi rendo conto che ognuna di esse è venuta da sé, è scivolata senza alcuno sforzo. E non poteva essere altrimenti trattandosi di un percorso il mio, che si barcamena tra i dubbi e la confusione di una generazione disorientata, come un trapezista che dondola nella sua paura di non afferrare la corda. Un‟ipotesi azzardata si insinua tra le righe, la stessa che ha dato un titolo e una forma al tutto, e cioè l‟idea che in una società spaesata come la nostra, talvolta capziosa, talaltra condizionata da una quantità inquietante di specchietti per le allodole, l‟unica salvezza possibile, l‟unico cammino verso la verità, la ultima ambrosia per l‟uomo, sia l‟arte. Mestizia diffusa e comune a tutti, in una struttura algida e schizofrenica di ossimori e contraddizioni, di miti deprecabili nell‟ostentazione di una chirurgia dell‟anima, di nutrimenti privi di nutrimento. Mentre il tempo correva su talloni diversi da come li abbiamo sempre immaginati, l‟ambiente dell‟arte performativa prendeva forma, si schiudeva poco a poco,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

andy warhol
arte
arte concettuale
arti performative
baudrillard
body art
corpo arte
corpo teatro
duchamp
estetica del corpo
fabrizio arcuri
flash mob
muta imago
onirico
pathosformel
performing art
perniola
romeo castellucci
santasangre
societas raffaello sanzio
teatro di ricerca
teatro sotterraneo
videoart
videoistallazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi