Skip to content

''Il deserto dei Tartari'' di Buzzati e la trasposizione filmica di Zurlini

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Liberatori
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Letteratura Musica e Spettacolo
  Relatore: Marcello Carlino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

L'analisi delle analogie e delle differenze di personaggi, spazi e tempi tra il testo letterario di Dino Buzzati "Il deserto dei Tartari" e la trasposizione cinematografica compiuta dal regista Valerio Zurlini nel suo omonimo film del 1976.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 I.1 Introduzione al romanzo Una divisa militare regolamentare, con tanto di berretto, ma vuota, come fosse indossata da un soldato inesistente. Troneggia su uno sfondo di sabbia giallastra, un deserto incastrato tra ripide mura bianche. Lontano, quasi come un puntino, un cavallo nero cammina, lasciando una leggera ombra dietro di sé. Questa è la descrizione del quadro che lo stesso Dino Buzzati ideò per la copertina del suo libro Il deserto dei tartari e mai fu fatta scelta editoriale migliore 1 . In quei pochi semplici oggetti forse è racchiuso tutto il mistero di un libro che è riuscito, nel bene e nel male, a far parlare di sé da oltre 65 anni. A partire da quelle montagne, uno dei luoghi metafisici dell'autore 2 , che sostituiscono, erigendosi oltre la linea dell'orizzonte, il cielo del quadro racchiudendolo in un ambiente magico e arido allo stesso tempo. E saranno le montagne eroiche della morte vana di Angustina; i ripidi sogni di Drogo e degli altri soldati che si infrangono nella barriera di un tempo che chiude la prospettiva di un orizzonte di gloria; i ricordi di una gioventù, quella passata dell'autore nelle Prealpi bellunesi, e quella dei soldati che nel guardarle consumeranno la loro esistenza. Su quel deserto giallastro, poi, sembra bruciarsi al sole tutta la routine e la piattezza di una vita arida e solitaria. Un solo cavallo, primo sentore di un miracolo che può portare novità e vitalità, che nel suo attraversare placido il deserto denota, direi quasi anticipa, la soluzione vana di tutta un'attesa, di una vita che resterà immobile, come il macigno che schiaccia, indifferente, il lato sinistro del dipinto. Ma è nell'immagine di quella divisa privata della carne e di senso che si condensa la più esplicita metafora di cui il quadro e il libro si fanno portatori. In quel militare vuoto, senza volto, senza corpo, in quella divisa che magari sarà quella di Drogo, ma che potrebbe essere di chiunque. In quel, mi si permetta la citazione, cavaliere inesistente 1 La copertina risulta nell'edizione degli Oscar Mondadori, collana Classici moderni, del 2002 2 Veronese Asrlan, Invito alla lettura di Buzzati, Mursia, Milano, 1974

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

capitano hortiz
deserto tartari
dino buzzati
drogo
fortezza bastiani
giuliano gemma
letteratura musica spettacolo
liberatori
marcello carlino
pellicola
romanzo
sapienza roma
tartari film
tesi lettere
trasposizione filmica
trintignant
valerio zurlini
vittorio gassman
von ammerling

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi