Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La traduzione automatica: aspetti e problematiche. Il caso della lingua spagnola.

Fino a poco tempo fa era stato scritto ben poco sulla traduzione, se si tiene conto dell’enorme numero di opere tradotte. Sono stati ignorati tanti degli aspetti di più vasta portata, fra cui il contributo della traduzione allo sviluppo delle lingue nazionali, il suo rapporto con il significato, con il pensiero e con gli universali linguistici.
Negli ultimi decenni, invece, è stato scritto molto a riguardo; la crescita degli interessi traduttologici è stata dovuta principalmente ai fenomeni di globalizzazione, allo svilupparsi degli interessi semiotici, all’espansione dell’informatica e alle varie teorie della struttura della lingua.
Si è discusso principalmente del conflitto fra traduzione libera e letterale e della contraddizione fra la sua insita impossibilità e la sua assoluta necessità. Ora che un’accurata traduzione ha acquisito importanza politica generale, è diventato fondamentale studiare approfonditamente questa materia, se non altro per arrivare a un’intesa sui principi generali.
Esistono varie teorie sulla traduzione, ma valgono solo per alcuni tipi di testo e pongono l’accento su punti diversi del continuo che va dall’emittente al ricevente. Una teoria della traduzione unica ed esaustiva non è assolutamente pensabile, così come è impossibile arrivare ad un assoluto consenso su problemi come l’invarianza, l’unità traduttiva ideale, il grado di traducibilità e sui concetti di effetto equivalente e congruenza nella traduzione, per quanto tali aspetti meritino di essere indagati, soprattutto se, a sostegno di una teoria, si portano esempi interessanti. E’ dunque possibile affermare che non esiste, né mai esisterà, una scienza della traduzione.
La teoria della traduzione discende dalla linguistica comparata e proprio in questo ambito costituisce un aspetto della semantica; tutti i problemi semantici, infatti, sono collegati alla teoria della traduzione.
La sociolinguistica, che indaga i registri sociali del linguaggio e i problemi delle lingue che vengono in contatto in uno stesso paese o in paesi limitrofi, esercita continue influenze sulla nostra disciplina.
La sociosemantica, ovvero lo studio teorico della parole -la lingua nel contesto- in opposizione alla langue -il codice o sistema di una lingua-, mette in luce l’importanza di esempi reali sia orali che scritti, sia registrati che stampati. Dato che la semantica è vista come una disciplina cognitiva piuttosto che come un esercizio comunicativo, la semiotica -la scienza dei segni- rappresenta un elemento essenziale nella teoria della traduzione.
Scopo di questa tesi è l’analisi di alcuni traduttori automatici, in particolare il loro metodo di lavoro nel tradurre dall’italiano allo spagnolo testi semplici ma allo stesso tempo ricchi di informazioni.
Al momento in cui abbiamo deciso di affrontare questo tema, abbiamo ritenuto fondamentale suddividere il lavoro in due parti: una teorica sulla traduzione in generale e sulla traduzione automatica, e un’altra più pratica e applicativa riguardante la nostra analisi sul corpus di testi presi in esame.
Il capitolo II parla della traduzione, delle varie teorie che la riguardano, del problema della fedeltà e del ruolo del traduttore.
Il capitolo III prende in considerazione la traduzione automatica, coi suoi pregi e i suoi difetti durante il corso del tempo.
Il capitolo IV affronta nel dettaglio il nostro lavoro di analisi effettuato sui testi-campione esaminati e cita i criteri valutativi affidati ai valutatori madrelingua.
Per prima cosa abbiamo fatto una selezione dei testi, poi li abbiamo sottoposti al metodo traduttivo dei vari traduttori automatici. Successivamente abbiamo osservato le varie traduzioni che sono risultate da questo lavoro e le abbiamo sottoposte alla valutazione dei nostri valutatori madrelingua, su apposite schede di valutazione. Dopo aver raccolto tutte quante queste valutazioni abbiamo fatto le nostre considerazioni circa gli errori più frequenti e la differenza fra un traduttore e l’altro al fine di capire il loro funzionamento e la loro capacità di resa.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Fino a poco tempo fa era stato scritto ben poco sulla traduzione, se si tiene conto dell‟enorme numero di opere tradotte. Sono stati ignorati tanti degli aspetti di più vasta portata, fra cui il contributo della traduzione allo sviluppo delle lingue nazionali, il suo rapporto con il significato, con il pensiero e con gli universali linguistici 1 . Negli ultimi decenni, invece, è stato scritto molto a riguardo; la crescita degli interessi traduttologici è stata dovuta principalmente ai fenomeni di globalizzazione, allo svilupparsi degli interessi semiotici, all‟espansione dell‟informatica e alle varie teorie della struttura della lingua 2 . Si è discusso principalmente del conflitto fra traduzione libera e letterale e della contraddizione fra la sua insita impossibilità e la sua assoluta necessità. Ora che un‟accurata traduzione ha acquisito importanza politica generale, è diventato fondamentale studiare approfonditamente questa materia, se non altro per arrivare a un‟intesa sui principi generali. Esistono varie teorie sulla traduzione, ma valgono solo per alcuni tipi di testo e pongono l‟accento su punti diversi del continuo che va dall‟emittente al ricevente. Una teoria della traduzione unica ed esaustiva non è assolutamente pensabile, così come è impossibile arrivare ad un assoluto consenso su problemi come l‟invarianza, l‟unità traduttiva ideale, il grado di traducibilità e sui concetti di effetto equivalente e 1 In P. Newmark, La traduzione: problemi e metodi. (Approaches to translation), Garzanti editore 2 In U. Eco, Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione, Studi Bompiani, Milano, 2003

Laurea liv.I

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Sofia Rossi Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7142 click dal 22/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.