Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dittatore Cesare e il ribelle Marcos

La tesi mette a confronto l'opera di William Shakespeare "Julius Caesar" con l'adattamento teatrale realizzato dal regista Paolo Mazzarelli, prodotto dal Centro Servizi e Spettacoli di Udine in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi. Il copione, in particolare, permette di analizzare la particolarità più rilevante del lavoro di Mazzarelli: ossia l’interpolazione, in alcuni punti nodali dello spettacolo, di discorsi tratti da alcuni comunicati del Subcomandante Marcos, leader dei guerriglieri zapatisti messicani. Si riflette, quindi, sul tema politico che Shakespeare ci offre, ossia quello della rivolta contro il potere, “osando” spostare l’attenzione su una storia differente. Un modo, questo, assieme ad altri all’interno dell’adattamento, per proporre una riflessione generale sulle questioni principali dell’opera, aggiungendo un ulteriore punto di vista, un’altra prospettiva, alle tante già offerte dall’originale. Prendendo spunto dall'opera si approfondisce quindi la riflessione sulla legittimità della rivolta contro il potere nel momento in cui questo diventi tirannico.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Il lavoro svolto intende analizzare un adattamento contemporaneo dell‟opera di William Shakespeare Julius Caesar, diretto e interpretato da Paolo Mazzarelli, e prodotto dal Centro Servizi e Spettacoli di Udine in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi. L‟interesse per questo adattamento e il desiderio di analizzarlo nasce dopo aver visto lo spettacolo. Grazie allo studio del testo originale e all‟aiuto del Centro Servizi e Spettacoli di Udine, che ha fornito il copione e il DVD dello spettacolo, è stato possibile il confronto tra i due testi. Infine si allega anche l‟intervista fatta al regista dello spettacolo, che ha permesso di chiarire alcuni punti dell‟adattamento e spiegarne gli intenti. Il lavoro parte da un‟analisi del testo originale, in cui si mettono in risalto le tematiche principali dell‟opera e quelle dinamiche che saranno poi rilevanti nel successivo confronto con l‟adattamento. Confronto che si sviluppa, nella parte successiva, assieme all‟analisi del rifacimento stesso. Il copione, in particolare, permette di analizzare la particolarità più rilevante del lavoro di Mazzarelli: ossia l‟interpolazione, in alcuni punti nodali dello spettacolo, di discorsi tratti da alcuni comunicati del Subcomandante Marcos, leader dei guerriglieri zapatisti messicani. Si riflette, quindi, sul tema politico che Shakespeare ci offre, ossia quello della rivolta contro il potere, “osando” spostare l‟attenzione su una storia differente. Un modo, questo, assieme ad altri all‟interno dell‟adattamento, per proporre una riflessione generale sulle questioni principali dell‟opera, aggiungendo un ulteriore punto di vista, un‟altra prospettiva, alle tante già offerte dall‟originale. Julius Caesar, come accennato, attraverso la rappresentazione della congiura contro Cesare, propone una riflessione sulla legittimità della rivolta contro il potere nel momento in cui questo diventi tirannico. I personaggi che si alternano in scena sono, loro malgrado, protagonisti e vittime della storia. Come in tutti i drammi storici shakespeariani essi sono

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Michela Gregoris Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 583 click dal 23/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.