Skip to content

The Moment of Touching: an Analysis of David Malouf's Poetic Experience

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Ronchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Antonella Riem
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 87

My very first encounter was with David Malouf the novelist, through one of his recent works, The Conversations at Curlow Creek. I clearly recall reading it in the space of one night, and deciding, in the aftermath, that it would be my favourite book. What I found most fascinating about his language was the poetic rythm of the prose, how the simplest words sewn together managed to offer glimpses of human power and fragility, facing, entering and overcoming the ineffability of a world sometimes too complex to be named, and yet utterly simple. Of course, after The Conversations at Curlow Creek I have read dozens of other ‘favourite’ books, but somehow the first impression of that particular one still lies in my memory. I soon found out that David Malouf started out as a poet, before dedicating himself to the ‘steady gaze’ provided by the literary means of prose, even though he never gave up writing poems. Hence my second step was to move nearer to his poetical beginnings, firstly as a simple reader, and then trying to apply the insight and the methods of analysis of the scholar. I believe this work is a mixture of both the personal and the conceptual, the rational and the sentimental approach.
However, in dealing with the subject matter and having, perhaps for the first time, to partially apply those ‘scholarly spectacles’, possibly without missing on the intrinsic beauty of what I was studying, I found myself struggling towards the harmonization of the different feelings I had about it. Indeed, I hung between the fear of losing my trust in the possibility of explaining poetry, and the joy of discovering that it is actually so: poetry is and remains inaccessible with the sole means of rational analysis. And yet, I tried to remain firm in my engagement, without giving up to the conviction that nothing can be explained or revealed. I thus allowed myself to arrive just to the point where the poet’s words take off, providing, as I said before, the hypotetical, partially ‘scientific’ and partially personal reading of the landscape from which these words might have originated. Moreover, I have endeavoured to build a web capable of comprising them in a conceptual drawing that could – owing to the numerous gaps – let them breathe and stretch, wherever their power may take them: that is, much beyond the span of my work.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduction. The ‗Moment of Touching‘ in David Malouf‘s Poetical Experience In the yellow time of pollen, in the blue time of lilacs, in the green that would balance on the wide green world, air filled with flux, world-in-a-belly in the blue lilac weather, she had written a letter: You came into my life really fast and I liked it. 1 My very first encounter was with David Malouf the novelist, through one of his recent works, The Conversations at Curlow Creek. I clearly recall reading it in the space of one night, and deciding, in the aftermath, that it would be my favourite book. What I found most fascinating about his language was the poetic rythm of the prose, how the simplest words sewn together managed to offer glimpses of human power and fragility, facing, entering and overcoming the ineffability of a world sometimes too complex to be named, and yet utterly simple. Of course, after The Conversations at Curlow Creek I have read dozens of other ‗favourite‘ books, but somehow the first impression of that particular one still lies in my memory. I soon found out that David Malouf started out as a poet, before dedicating himself to the ‗steady gaze‘ provided by the literary means of prose 2 , even though he never gave up writing poems. Hence my second step was to move nearer to his poetical beginnings, firstly as a simple reader, and then trying to apply the insight and the methods of analysis of the scholar. I believe this work is a mixture of both the personal and the conceptual, the rational and the sentimental approach. However, in dealing with the subject matter and having, perhaps for the first time, to partially apply those ‗scholarly spectacles‘, possibly without missing on the intrinsic beauty of what I was studying, I found myself struggling towards the harmonization of the different feelings I had about it. Indeed, I hung between the fear of losing my trust in the possibility of explaining poetry, and the joy of discovering that it is actually so: poetry is and remains inaccessible with the sole means of rational analysis. And yet, I tried to remain firm in my engagement, without giving up to the conviction that nothing can be explained or revealed. I thus allowed myself to arrive just to the point where the poet‘s words take off, providing, as I said before, the hypotetical, partially ‗scientific‘ and partially personal reading of the 1 Luke Davies, Totem, in Totem Poem Plus 40 Love Poems, Sydney, 2004. 2 As the writer himself explaines in an interview with Candida Baker, Interview with David Malouf, in Picador, Yacker 3: Australian Writers Talk about Their Work, 1989, p. 235.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

australia
bodily abstractions
david malouf
otherness
poetry
postcolonial literature
sense of limit

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi