Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un trampolino per lo sviluppo anche in un mercato in crisi? Osservazioni di finanza straordinaria nel triennio 2006-2008

Nell'attuale contesto economico, la dinamicità che caratterizza i mercati richiede alle imprese operanti al loro interno sempre nuovi e continui adattamenti . Ad oggi,nel tentativo di rispondere alle trasformazioni recate dalla stessa dinamicità, frequente è il ricorso ad operazioni di finanza straordinaria,che di fatto, sembrano configurarsi quali soluzioni più economiche, meno rischiose e adottate dalla maggior parte delle imprese di medie e grandi dimensioni. Questo lavoro concentra l'attenzione su operazioni di Fusioni ed Acquisizioni, dapprima mettendo in luce fattori teorici in grado di inquadrare il tema nelle sue molteplici sfaccettature,e a seguire,servendosi del riflesso empirico delle suddette teorie,conducendo un'analisi relativa a dati rilevati per il triennio 2006-2008; l'obiettivo è, dunque,chiedersi e stabilire se tali operazioni rappresentino le risposte ottimali anche al cospetto di mercati "sull'orlo di una crisi". L'analisi è particolarmente incentrata sull'individuazione dei settori maggiormente coinvolti (tentando di individuare l'eventuale presenza dei cd. "Frequent Acquirers"),sull'effettiva tipologia delle operazioni e su caratteristiche inerenti l'impresa target. Riflessioni e considerazioni sviluppate dall'intreccio tra nozioni teoriche e dati reali,condurranno,così,al termine del lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Prefazione L’analisi che questo lavoro si propone di svolgere è volta all’osservazione delle operazioni di finanza straordinaria, cui spesso le imprese ricorrono per adeguarsi alle continue trasformazioni dovute alla rapida evoluzione dei mercati. Le analisi qui proposte sono incentrate in particolar modo sulle Operazioni di Fusioni e Acquisizioni, sulla loro logica di funzionamento,sulla loro utilità e sul perché ultimo delle stesse. Nel tentativo di rendere evidente ciò che accade nel nostro scenario Economico,attraverso un approccio pratico, il lavoro continua l’analisi estendendosi allo studio di dati empirici riferiti al triennio tra il 2006 e il 2008,e riguardanti non solo Operazioni aventi protagoniste imprese Italiane,ma pure Europee,conferendo in tal modo una visione più ampia,completa e internazionale di quanto realmente accade nel mondo della finanza straordinaria. Come verrà reso evidente nelle parti a seguire, Fusioni e Acquisizioni costituiscono un’ottima opportunità di sviluppo e progresso; rappresentano,infatti, ottime soluzioni per le imprese,affinché il loro “Modus Operandi” sia sempre al passo rispetto alle trasformazioni e agli sviluppi del mercato. La creazione di valore sarà dunque l’evidenza prodotta dall’ottimale gestione di tali operazioni e le relative capacità dimostrate dall’assetto manageriale sono in tal senso, l’ingrediente fondamentale per la crescita strategica dell’impresa,delle imprese,del mercato. L’orizzonte temporale scelto per effettuare l’analisi pratica incontra una situazione delicata che vede il mercato sull’orlo di una crisi. L’obiettivo è tracciare conclusioni circa la funzionalità e le potenzialità del ricorso alla Finanza Straordinaria anche in una circostanza non del tutto regolare,giovando in tal modo della sinergica relazione offerta da conoscenze,studi teorici e dati reali. A voi, Buona Lettura.

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marina Buonocore Contatta »

Composta da 32 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1060 click dal 01/03/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.