Skip to content

Atteggiamenti nei confronti di Internet: studio comparativo tra studenti universitare italiani e statunitensi

Informazioni tesi

  Autore: Simonetta Martini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Pio Enrico Ricci Bitti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Allo scopo di rilevare atteggiamenti, tipo di approccio, livelli di competenza e tipi di uso, rispetto ai vari servizi di Internet dello studente italiano, ho fatto un questionario di 31 domande sui vari servizi disponibili in Internet.
Ho confrontato soggetti provenienti da differenti realtà socio-culturali:Italia e USA, per rilevare come, fattori socio-culturali influenzano l’uso che si fa di Internet. Conoscere con quali “barriere” lo studente italiano si avvicina alla realtà di Internet può aiutare ad elaborare strategie utili al loro superamento.
Ipotesi:vi siano differenze tra lo studente italiano e quello americano, rispetto le variabili che seguono:
- livello di competenza nelle varie applicazioni di Internet;
- atteggiamento di sicurezza (facilità d’approccio) nell’uso dei ciascun servizio;
- frequenza d’uso dei vari servizi disponibili in Rete.
Metodo: il questionario è stato somministrato a 190 studenti italiani e 190 statunitensi, frequentanti corsi di psicologia, del primo e secondo anno dell’università.
Risultati: lo studente italiano ha un approccio ai vari servizi disponibili in Internet caratterizzato da un atteggiamento di minore sicurezza, rispetto allo studente statunitense. I soggetti italiani riportano infatti frequenze d’uso nettamente inferiori rispetto agli statunitensi, per quanto riguarda e-mail e navigazione per il reperimento di informazioni (pratiche oramai integrate nella vita quotidiana dei soggetti statunitensi).Al contrario gli italiani vi dedicano tempi nettamente inferiori, oltre ad avere iniziato a farne uso da tempi ben più recenti. Gli americani infatti, riportano un elevato cambiamento nel modo di reperire informazioni grazie al supporto di Internet, oltre a rilevanti aumenti nella frequenza degli scambi comunicativi, nel numero di interlocutori vicini e distanti grazie al supporto dell’e-mail. Gli studenti italiani indicano invece scarsi cambiamenti rispetto al modo di reperire le informazioni e riferiscono solo un aumento nella comunicazione con interlocutori fisicamente distanti a conseguenza dell’uso dell’e-mail. Testimoniano una non avvenuta sostituzione dei tradizionali mezzi di comunicazione (es. telefono e posta ordinaria) da parte dei servizi della Rete; è invece testimoniata una moderata – ma pur sempre avvenuta – sostituzione dei tradizionali mezzi di comunicazione dai soggetti statunitensi.
Per i servizi meno usati (newsgroup e la pratica di acquisto on-line) non si osservano tra i due campioni differenze in termini di frequenza d’uso, tempo da cui lo si fa e tempo medio che vi si dedica; consistente è solo la differenza rispetto al numero di soggetti che affermano di servirsene nei due campioni: un numero nettamente più elevato di soggetti nel campione statunitense testimonia di fare uso di ciascuno dei servizi disponibili in Rete. Per il servizio di scaricamento dei software, di ricerca bibliografica e di chat-line si osservano significative differenze solo rispetto al tempo dal quale i soggetti si rivolgono a tali servizi: tempi superiori ai 3 anni sono testimoniati dalla maggioranza degli statunitensi, al contrario della maggioranza degli italiani che indica mediamente tempi non superiori a 6 mesi-1 anno. Non risultano differenze però in termini di frequenza d’uso e di tempo medio che vi si dedica.
Gli italiani riferiscono autoattribuzioni di competenza nettamente inferiori oltre a dare definizioni di minore facilità d’uso, riferendosi a ciascuna applicazione disponibile in Internet.
Il servizio di Internet più utilizzato è risultata la navigazione di siti web per il reperimento di informazioni, subito seguita dalla posta elettronica (e-mail); il 100% dei soggetti del campione statunitense vi si dedica contro percentuali nettamente inferiori di italiani (il 43% dei soggetti del campione italiano reperisce informazioni in Internet ed il 34% usa la posta elettronica).
Il livello di partecipazione a gruppi virtuali riferito dagli studenti italiani risulta nettamente inferiore rispetto a quello riferito dagli statunitensi, anche se comunque chat-line e newsgroup risultano essere pratiche saltuarie per entrambi. Gli italiani hanno iniziato a farlo da tempi molto più brevi e riportano minori livelli di soddisfazione in termini di: divertimento, conoscenza di nuove persone, condivisione d’interessi, scambi affettivi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Allo scopo di rilevare atteggiamenti ed orientamenti nell’uso di Internet - dei vari servizi - ho composto un questionario di 31 domande e relative sottodomande che coprono varie categorie di contenuto legate al mondo della Rete. Ho somministrato il questionario a 190 studenti del primo e secondo anno dell’università della Facoltà di Psicologia, e 190 studenti del primo e secondo anno di tre università americane, frequentanti classi di materie psicologiche. Ogni studente che ha collaborato ha risposto indicando un valore d’intensità in una scala graduata Likert a 5 punti - da 0 a 4 gradi di intensità (0 = assenza totale, 1 = un po’, 2 = moderatamente , 3 = molto, 4 = moltissimo). Oltre ad alcune domande categoriali (nelle quali è stata scelta la categoria più appropriata) ed a differenziale semantico. Ho elaborato l’argomento di tesi partendo da quella che e’ stata la mia esperienza degli ultimi anni negli Stati Uniti, dove ho avuto l’occasione di osservare quello che era l’approccio alle nuove tecnologie, in particolare la Rete. Ho notato in molte persone un atteggiamento di maggiore sicurezza e senso di competenza, rispetto a quello che avevo visto nella realtà italiana. Oltre ad emergere un maggior uso (caratterizzato da maggiore naturalezza) per servizi che nella realtà italiana si cerca di risolvere con altri mezzi (es. telefono invece della Rete per servizi di vario genere come orari, prenotazione viaggi, pagamenti bollette). Queste differenze hanno origine da fattori strutturali e culturali che caratterizzano le due diverse realtà socio-economiche, realtà che forniscono agli individui differenti background formativi che li condizionano in quelle che saranno le motivazioni e competenze che svilupperanno. Rilevare gli atteggiamenti dello studente italiano nei confronti dei servizi che fornisce Internet e il tipo di uso che ne fa, può essere utile per capire come modificarli (se necessario) allo scopo di favorire la diffusione del mezzo che nel futuro prossimo sempre di più sarà presente nella vita quotidiana di ciascuno. Conoscere con quali barriere, lo studente medio che rappresenta il presente e futuro utilizzatore della Rete, si avvicina alla Rete potrà aiutare ad elaborare una strategia utile al loro superamento. Internet rappresenta la realizzazione di un mezzo unico, comune, condiviso dalla popolazione mondiale; si assottigliano le differenze legate alla collocazione spaziale e si crea un mezzo condivisibile, una base comune di partenza “vissuta” in modo differente in base alle appartenenze socio-culturali; nasce quindi un uso differente. Fattori socio-culturali, come la maggiore importanza attribuita al gruppo nella società italiana (versus l’individuo singolo, più al centro nella cultura statunitense), condizionano il tipo di approccio ed uso dei mezzi informatici e delle nuove tecnologie quali Internet. Italia e Stati Uniti hanno una struttura economica simile ma un diverso livello di sviluppo delle tradizioni culturali, e ancora più importante un diverso grado di diffusione dei personal computer in scuole e case. Come si avvicina, al mondo interpretato ed interpretabile di Internet, il medio studente universitario italiano rispetto a quello statunitense?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi