Skip to content

L’evoluzione del regime concordatario italiano e gli aspetti contenutistici

Informazioni tesi

  Autore: Marco Di Blasio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche curriculum Scienze dell'Amministrazione
  Relatore: Alberto Fabbri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

La tesi analizza, sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista contenutistico, l’evoluzione del regime concordatario, dagli Accordi del 1929, con i quali, per la prima volta nella storia dell’Italia unita, vennero regolati in maniera bilaterale i rapporti Stato-Chiesa, all’Accordo di Villa Madama che ha apportato notevoli cambiamenti nel sistema pattizio.
È necessario sottolineare che gli Accordi con la Chiesa presentano un duplice profilo giuridico: uno esterno, in quanto essi assumono validità ed efficacia in un ordinamento (che la maggioranza della dottrina identifica con l’ordinamento internazionale) nel quale lo Stato e la Chiesa entrano in contatto su un piano di pari ordinazione; uno interno, in quanto, le norme di derivazione concordataria sono rese esecutive nell’ordinamento statuale attraverso apposite leggi di esecuzione ( la legge 810 del 1929, per i Patti Lateranensi; la legge 121 del 1985, per gli Accordi di Villa Madama). Nel corso della trattazione vengono evidenziati tutti quegli aspetti che maggiormente differenziano la normativa bilaterale del ’29 da quella dell’84. Il Concordato lateranense aveva, infatti, tracciato in modo statico e definitivo il campo d’azione delle contrattazione bilaterale individuando e delineando in maniera precisa quelle che erano le materie oggetto dell’Accordo (beni, enti ecclesiastici, istituto del matrimonio, ecclesiastici e religiosi). Il nuovo Concordato, invece, prevede la possibilità di porre in essere ulteriori convenzioni, sia per integrare o dare attuazione al testo principale (come nel caso dei beni, degli enti ecclesiastici, e del patrimonio storico ed artistico) sia per ampliare il campo stesso della contrattazione ( come viene espressamente indicato nell’art. 13). Inoltre particolare attenzione, attraverso lo studio di autorevoli fonti dottrinarie e l’analisi di alcune sentenze della Corte costituzionale, è data alla complessa e delicata questione concernente il trattamento riservato nell’ ordinamento italiano ai Patti Lateranensi ( in vigenza dello Statuto Albertino prima e della Costituzione poi) e al nuovo Accordo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Lo Stato e la Chiesa operano in ambiti distinti ed estranei tra loro, tuttavia gli ordinamenti di cui sono portatori possono, in concreto, entrare in contatto, in quanto diretti ad avere efficacia sulle stesse persone (cittadini - fedeli) e sullo stesso territorio (quello nazionale). La comunanza dell‟elemento personale (subditi legum – subditi canonum) e dell‟elemento spaziale (territorio italiano) determina la nascita di settori e materie di interesse comune, statale e confessionale, ossia delle così dette materie miste ( es. matrimonio, istruzione, enti, ecc), la disciplina delle quali, interessando due ordinamenti giuridici ugualmente primari e sovrani, non può che essere formulata su un piano bilaterale di reciproco consenso. La presente tesi si pone l‟obiettivo di analizzare, sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista contenutistico, l‟evoluzione del regime concordatario, dagli Accordi del 1929, con i quali, per la prima volta nella storia dell‟Italia unita, vennero regolati in maniera bilaterale i rapporti Stato - Chiesa, all‟Accordo di Villa Madama che ha apportato notevoli cambiamenti nel sistema pattizio. Il primo capitolo è dedicato all‟analisi dei Patti Lateranensi, costituiti da un Trattato, ancora in vigore, e da un Concordato. Con il primo si risolse in maniera definitiva la Questione Romana, sorta nel 1870; con il secondo si cercò di regolare la condizione della religione e della Chiesa cattolica in Italia. Nella trattazione del Concordato, particolare attenzione è rivolta a tutti quegli aspetti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1929
1984
accordo di villa madama
accordo stato-chiesa
art. 7 della costituzione
chiesa
chiesa cattolica
concordato
ecclesiastico
evoluzione
nuovo concordato
patti lateranensi
regime concordatario
santa sede
trattato del laterano
villa madama

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi