Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modellizzazione del processo di sviluppo di un nuovo prodotto con tecniche di business process engineering

Il lavoro della tesi è la creazione di un modello del processo di sviluppo di un nuovo prodotto; modello destinato a supportare studiosi, ricercatori, sviluppatori e aziende in genere per l’implementazione del processo stesso. Il processo di sviluppo di un prodotto, contrariamente ad altri processi aziendali storicamente più codificati e con modelli organizzativi più noti, si è sempre basato su creatività, capacità individuale delle persone e innovazione tecnologica. Solo ultimamente l’attenzione si è spostata da “cosa progettare” a “come progettare”, sotto la spinta di alcuni settori industriali, come ad esempio quello automobilistico, ma non solo, dove la riduzione del Time To Market, l’incremento di affidabilità dei prodotti sono aspetti particolarmente sentiti. Per supportare questo spostamento di paradigma sono emersi nuovi approcci basati sul codesign e l’ingegneria concorrente, nonché modelli organizzativi per imprese virtuali. Per entrambi gli approcci, risulta particolarmente interessante esplorare le prime fasi (quelle relative allo sviluppo del concept) in cui vengono a delinearsi, in un rapporto quasi circolare, le dimensioni funzionali e di significato dell’innovazione con la forma organizzativa capace di sostenerla. Il successo economico delle aziende manufatturiere dipende dalla loro capacità di identificare i bisogni dei clienti e di creare rapidamente prodotti che li soddisfino e siano fabbricabili con costi contenuti.
Lo sviluppo di prodotto è l'insieme delle attività che, partendo dall'individuazione di un'opportunità di mercato, terminano con la produzione, vendita e distribuzione del prodotto. Le metodologie presentate nel lavoro di tesi si possono applicare a un vasto campo di prodotti che vanno dall'elettronica di largo consumo agli strumenti scientifici, alle macchine utensili e ai dispositivi medicali. Il principale obiettivo della tesi è quindi di rappresentare in modo chiaro e dettagliato un insieme di metodologie di sviluppo di prodotto che combinino le tre fondamentali funzioni aziendali del marketing (commerciale), della progettazione e della produzione, attraverso la rappresentazione di un modello con logica IDEF. Molti di questi passi sono di tipo intellettuale e organizzativo piuttosto che fisico. Sono procedure per portare a termine delle attività di sviluppo strutturate in modo tale da fornire approcci graduali e schemi di riferimento per la gestione delle principali informazioni utilizzabili dal gruppo di lavoro. Si ritiene infatti che le metodologie strutturate siano utili per tre ordini di motivi:
1) rendono esplicito il processo decisionale consentendo a tutti i membri del gruppo di capirne le motivazioni e riducendo la probabilità di procedere basandosi su decisioni immotivate;
2) forniscono delle liste di controllo (check-list) delle fasi fondamentali nell’attività di sviluppo garantendo così che non siano trascurati o dimenticati degli aspetti importanti;
3) consentono di sviluppare una sostanziale auto-documentazione delle attività con la traccia dei processi decisionali e una documentazione utile per future verifiche e per membri che si uniscano al gruppo in fasi successive.
Anche se sono strutturate, le metodologie non sono da applicare rigidamente. Anzi, un gruppo di progetto dovrebbe in generale adattarle, anche modificandole, alle proprie necessità e peculiarità specifiche dell’ambiente di lavoro.
In conclusione, si è ottenuto un modello di sviluppo prodotto che consente all’azienda di procedere utilizzando un approccio strutturato, ma estremamente flessibile nell’applicazione pratica. Un’accurata definizione del processo di sviluppo, tramite appunto un modello, contribuisce ad assicurare la qualità del prodotto, a facilitare il coordinamento tra i membri del gruppo di lavoro, a pianificare il progetto di sviluppo e ad attivare un miglioramento continuo del processo. Un processo articolato in maniera chiara può essere usato come piano di riferimento, per definire tutti i ruoli di ciascun individuo appartenente al gruppo di lavoro. Definisce delle milestone, avendo quindi dei riferimenti per valutare l’efficacia dell’attività di sviluppo in corso. Inoltre una completa documentazione del processo può aiutare a trovare possibili miglioramenti.
La modellazione dei processi di business è una parte essenziale del processo di sviluppo di un software; infatti permette di tracciare uno schema generale delle procedure che stabiliscono cosa fa un sistema, gli permette di capire gli eventi significativi, gli input, le risorse e gli output associati a un processo di business.
Inoltre le metodologie, che sono qui trattate, sono anche mirate a migliorare le capacità di lavoro coordinato dei gruppi interfunzionali che sviluppano nuovi prodotti.

Mostra/Nascondi contenuto.
16 Capitolo 2 IDEF e BUSINESS PROCESSES ENGINEERING 2.1 Il Business Process Modelling Allo scopo di sopravvivere in ambienti aziendali altamente competitivi, le compagnie devono continuamente modificare i loro processi aziendali. È evidente che sviluppare modelli dinamici di business processes prima del loro cambiamento può accrescere il successo di reingegnerizzazione dei processi. La competitività e la pressione esercitate dal mercato hanno costretto le compagnie a cercare strategie di semplificazione dell’intera catena di valore. Al fine di un’effettiva competizione, esse, devono trasformare strutturalmente i loro processi interni ed esterni. Tali obiettivi possono essere raggiunti rinnovando i business processes. Uno dei più importanti metodi nell’implementazione dei cambiamenti nei business processes è la modellazione dei sistemi d’informazione. La consapevolezza delle capacità di IT (Information Technology) può influenzare la progettazione dei business processes. In aggiunta all’investimento in tecnologie di informazione, un nuovo tipo di modello di sistema d’informazione può essere progettato. La struttura dinamica dei sistemi di informazione richiede l’implementazione di metodi e strumenti process-oriented. Prima di cambiare i business processes, le compagnie devono stimare i costi necessari al settaggio ed al mantenimento delle necessarie

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Paolo Lima Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1400 click dal 22/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.