Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La narrativa di Irmtraud Morgner: Selbstbewusstsein femminile e comicità

I personaggi femminili della Morgner risultano vagare in una terra posta tra il reale e l'utopico, alla ricerca di una dimensione che rispetti la loro identità di donne; errano, ma lo fanno con leggerezza, ilarità; il loro rapporto con il mondo è un rapporto 'spielerisch'. L'attenzione si soffermerà quindi sulle figure femminili che, attraverso il loro confronto comico con il reale, diventeranno portatrici di una nuova coscienza della donna nei confronti della propria condizione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione "Wer die Morgner will begreifen, muß durch Morgner Lande schweifen" 1 Un occhio attento può rinvenire in questi versi e nella loro musicalità accenni e allusioni indirette alla dimensione caratterizzante le opere della trilogia salmaniana. 2 Il verbo 'schweifen' sembra alludere al vagare del lettore all'interno di una terra sconosciuta, le cui strade continuamente s'intersecano e altrettanto inaspettatamente divergono, una terra la cui esplorazione implica un certo sforzo da parte del lettore, un impegno costante che lo possa condurre alla via maestra. Tali risultano essere infatti gli 'operative Montageromane' della scrittrice, un insieme di 'kurze Prosa' in cui le tendenze centrifughe del dettaglio e dell'intreccio di diversi generi letterari (quali la lettera, il resoconto, la narrazione, l'excursus scientifico, il discorso politico) istigano il lettore a ricercare l'unità per giungere alla comprensione del filo rosso che percorre tutto il testo. 1 P.Wiens, "Märchenreise ins Morgnerland samt vier Legenden-widerlegenden Männerreden.Eine zärtliche Persiflage" in: "Liebes- und andere Erklärungen . Schriftsteller über Schriftsteller",Hg. von A. Voitländer, Berlin und Weimar, Aufbau Vg., 1972, p.242. 2 All'interno di un saggio la stessa scrittrice parla di una " Romantrilogie, die ich Salman-Trilogie nenne, nach ihrer Hauptperson Laura Amanda Salman" e prosegue affermando "Der erste Band war 'Leben und Abenteuer der Trobadora Beatriz ', der zweite Band 'Amanda. Ein Hexenroman' " ( I. Morgner, " Die Hexe im Landhaus",Zürich, Rauhreif Vg., 1984, p.16). La terza parte della trilogia rimase incompiuta a causa della morte della scrittrice avvenuta nel 1990.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Claudia Coppola Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1067 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.