Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo innovativo nelle piccole imprese familiari (Il caso "Helios Tecnologie")

Nel corso di questo lavoro, l'attenzione è stata posta sulle piccole imprese familiari e sul modo in queste innovano. Il dibattito che è maturato ha cercato di fornire una risposta valida all'interrogativo riguardante la presenza di un team, un gruppo, un ufficio o una funzione che fosse totalmente dedita a sviluppare continuamente innovazioni all'interno delle piccole aziende familiari.
La questione è di particolare importanza per due ragioni fondamentali: le aziende a conduzione familiare rappresentano la maggior parte del tessuto imprenditoriale nazionale; innovare è la chiave per consolidare la propria posizione competitiva o per recuperare iniziali posizioni di svantaggio.
Data, dunque, la sempre più folta concorrenza in ogni mercato e la propensione dei consumatori a non badare più solo al prezzo ma anche al contributo che un'innovazione può apportare per soddisfare i propri bisogni, i due fenomeni sopra citati si incontrano gioco forza e danno vita ad un modo di innovare che sembra non rispecchiare affatto i canoni della teoria.
Grazie alle numerose pubblicazioni consultate e soprattutto al prezioso materiale fornito da una piccola impresa familiare dell'Irpinia da me contattata, la De Luca S.r.l. produttrice del marchio Helios, è stato possibile giungere a conclusioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1 LE FASI DEL PROCESSO INNOVATIVO E L’APPROCCIO STRATEGICO 1.1 Il concetto di innovazione L‟innovazione tecnologica ha assunto un ruolo chiave nell‟ambito delle realtà industriali e più genericamente si può affermare che ha avuto negli ultimi anni un impatto importante sulle strutture produttive e sulle scelte di consumo. “In molti settori, l‟innovazione tecnologica è diventata il fattore determinante del successo competitivo, fondamentale per mantenere e acquisire posizioni di leadership nel mercato così come per recuperare condizioni di svantaggio competitivo” 1 . La concezione schumpeteriana di innovazione come attività quasi eroica, frutto della combinazione di individui votati alla ricerca del nuovo e capaci di attirare i capitali necessari allo sfruttamento commerciale delle soluzioni individuate, è affascinante e suggestiva e allo stesso tempo riduttiva ed inadeguata per affrontare un fenomeno così complesso e fornire risposte in grado di orientare l‟azione manageriale. 2 Certo è che nell‟ambito della ricerca di sovente si tenta di fornire nuove risposte agli interrogativi riguardanti l‟origine dell‟innovazione, la partecipazione e l‟importanza dei soggetti coinvolti piuttosto che la relazione tra processi e prodotti, le misure di intervento adeguate. Il presupposto fondamentale, in ogni caso, sembra quello di dover considerare l‟innovazione come un mix tra pura invenzione e sfruttamento commerciale, mettendo la creatività al servizio dell‟ottenimento di profitti. 1 Schilling M., Gestione dell’innovazione, McGraw-Hill, Milano, 2008, pag.1 2 Sobrero M., La gestione dell’innovazione, Carocci Editore, Roma, 2002

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Bruno Sparandeo Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4395 click dal 24/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.