Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazioni tra Scozia ed India coloniale

Per preparare questa tesi sono partito dal presupposto che nell’evoluzione delle relazioni tra India e Scozia, la nascita e lo sviluppo dell’impero britannico siano dei temi topici da esaminare e da valutare attentamente.
Con questa premessa ho provveduto a contattare in Gran Bretagna alcuni specialisti della materia, i quali mi hanno indicato le enciclopedie ed i testi più idonei ad essere utilizzati come fonti dell’elaborazione. Naturalmente sempre consultando i docenti dell’Università Statale di Milano, che mi hanno assistito nel lavoro, dimostrando competenza e disponibilità.
In tale contesto desidero segnalare la sollecitudine del personale della Napier University, particolarmente del Professore Colin Cavers, - docente presso la suddetta università - che mi ha aiutato in occasione della mia visita di ricerca ad Edimburgo. Purtroppo nonostante queste ricerche, voglio segnalare che non mi è stato possibile reperire le date di nascita e di morte di alcuni personaggi minori.
Prendendo il via da quest’assioma ho stimato utile prevedere, come base principale per datare l’inizio del periodo da analizzare, l’esame della congiuntura storica che consentì agli scozzesi di fruire pienamente delle opportunità connesse ai domini britannici: vale a dire l'Act of Union - sottoscritto nel 1707, sotto il regno della regina Anna - tra Scozia ed Inghilterra.
Accordo che facendo nascere il Regno Unito, concesse ufficialmente agli scozzesi il godimento dei vantaggi connessi ai possedimenti britannici d’oltremare. Domini al cui dirompente sviluppo essi contribuirono - com’è ampiamente documentato - in maniera decisiva.
Naturalmente la conclusione del periodo esaminato coinciderà con la fine dell’impero britannico in India: il 1947.

Durante lo sviluppo di questa tesi saranno quindi descritte, sia in India sia in Scozia, le vicende di questo periodo storico ed inoltre, come appendice a quest’analisi, sarà presentato un breve quadro:
- degli avvenimenti accaduti a partire dall’arrivo di Vasco da Gama (1460-1524) a Calicut nel 1498;
- delle opere degli scozzesi che già erano presenti in India prima dell’Act of Union, e alcuni cenni su chi scelse di restare anche dopo l’indipendenza.
Mi è sembrato utile estendere il periodo storico esaminato prima dei limiti dell’Act of Union, in quanto in caso contrario, non credo che l’eventuale lettore avrebbe avuto una visione globale dell’evoluzione della presenza europea in India.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Per preparare questa tesi sono partito dal presupposto che nell’evoluzione delle relazioni tra India e Scozia, la nascita e lo sviluppo dell’impero britannico siano dei temi topici da esaminare e da valutare attentamente. Con questa premessa ho provveduto a contattare in Gran Bretagna alcuni specialisti della materia, i quali mi hanno indicato le enciclopedie ed i testi più idonei ad essere utilizzati come fonti dell’elaborazione. Naturalmente sempre consultando i docenti dell’Università Statale di Milano, che mi hanno assistito nel lavoro, dimostrando competenza e disponibilità. In tale contesto desidero segnalare la sollecitudine del personale della Napier University, particolarmente del Professore Colin Cavers, - docente presso la suddetta università - che mi ha aiutato in occasione della mia visita di ricerca ad Edimburgo. Purtroppo nonostante queste ricerche, voglio segnalare che non mi è stato possibile reperire le date di nascita e di morte di alcuni personaggi minori.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giorgio Vanni Contatta »

Composta da 335 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1539 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.