Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Radiologia Tradizionale applicato all'analisi di opere pittoriche e strumenti musicali

La radiologia tradizionale permette non solo quelle applicazioni tecniche di stampo sanitario, utili nella diagnosi e nella terapia, ma anche lo studio dell'area inerente i Beni Culturali. Con questo elaborato viene affrontato il tema dei CND (Controlli non Distruttivi) nell'analisi di opere d'arte, nello specifico quadri sia dell'arte antica che moderna, e strumenti musicali classici, sopprattutto appartenenti alla famiglia dei cordofoni (violini, viole, ecc....).

Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA Per chi legge, quanto segue potrebbe non essere immediatamente riconducibile alla professione del Tecnico Sanitario di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia. Ebbene, diciamolo subito: il presente lavoro non vuole invadere campi del sapere altrui, magari con pretese di evidenza scientifica, ciononostante, se il TSRM è una “professione intellettuale” 1 , deve avere la capacità di indagare aree di conoscenza inesplorate. Questo è già successo per quanto riguarda l'informatica, attraverso la nuova figura dell'Amministratore di Sistema 2 , e sta accadendo per quanto riguarda la Radiologia Veterinaria 3 . Pertanto, ritengo utile sperimentare contaminazioni anche con le Scienze dei Beni Culturali, riprendendo i concetti di “controlli non distruttivi” tramite le radiazioni ionizzanti. Probabilmente gli sviluppi di questa tesi rimarranno un esercizio di stile a limite tra passioni personali e cultura professionale, forse evidenzieranno il puro lato estetico della nostra professione, ma anche se così fosse, non sarebbe poco. A. Alemanno 1 Giuseppe Brancato, Presidente Federazione Nazionale TSRM, Relazione al Consiglio Nazionale, Riccione, 23.10.2008 2 www.aitasit.it 3 Sebastiano Bodini, “Nuovi traguardi professionali per il TSRM”, Rassegna Tecnica, 16.11.2009.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Valerio De Santis Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2171 click dal 12/05/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.