Skip to content

Dagli incontri fisici agli incontri virtuali: l'evoluzione dei legami sociali mediata dai social network

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Galluzzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Formatore Multimediale
  Relatore: Alessandra La Marca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

In questo elaborato verrà trattato il tema dell’amicizia e dell’introduzione di tutti quegli strumenti elettronici che ne modificano la nascita e il mantenimento come i Social Network e le Web Community.
La caratteristica peculiare di un Social Network è quella di stimolare ed agevolare i rapporti sociali basilari, i quali ricordano molto, nello stile, il modo attraverso cui i bambini si relazionano, con poche e semplici frasi per confermare e sostenere la loro relazione di amicizia. Dovrebbe essere chiaro però, che giunti ad una certa età, il senso di un rapporto, qualunque esso sia, dovrebbe andare più in profondità rispetto ad una banale richiesta di amicizia, per soddisfare l’ambigua curiosità di sapere che fine ha fatto tizio, e come è cambiato il suo viso, consapevoli magari che nella realtà di ogni giorno, non ci saremmo spinti oltre ad un “ciao come stai”, carico di convenevoli.
Forse è proprio la comodità dell’amicizia a distanza, poco impegnativa e disponibile ogni qual volta se ne senta l’esigenza, a diffondere l’uso di questi strumenti in una società che non ha più tanta voglia di dedicare il proprio tempo all’amicizia reale, in cui si può anche correre il rischio di dover dedicare il proprio tempo e la propria pazienza ad un altro, senza poter stare comodamente seduti a casa propria, e magari proprio nel giorno in cui si sarebbe dovuto fare tutt’altro. La falsa intimità creata dal virtuale però azzera molte differenze e barriere che avremmo da vicino e ci rende più insicuri nella relazione “a pelle” in quanto non più abituati a quel tipo di rapporto.
Molte sono le testimonianze di utenti in giro per il web che sostengono quanto poco sia in effetti cambiato il modo di concepire l’amicizia dopo l’avvento degli strumenti del nostro oggetto, semplicemente sono venute alla luce concezioni di amicizia più varie. L'amicizia spesso non è uguale per tutti, non ha per tutti lo stesso valore, lo stesso significato, ognuno la intende in modo personale; c'è chi con la parola amico si riferisce a quella persona con cui esce il sabato sera e va in discoteca ma di cui in realtà non sa niente oltre il nome, e c'è chi chiama amico, quella persona che in quanto a conoscenza della propria vita potrebbe essere paragonata ad una persona della propria famiglia.
I social networks, in tutto questo hanno semplicemente fatto risaltare la superficialità di una società basata sempre di più sulle quantità, piuttosto che sulla qualità. Eppure l’avvento di tali strumenti, ad un occhio non superficiale, apre prospettive antropologiche epocali. Questo massiccio collegarsi di persone in un’unica grande rete, è uno di quei fenomeni totali, cioè tanto imponenti e ricchi di implicazioni, da essere capaci di indurre modificazioni talvolta radicali da essere quasi “genetiche” alla società e agli stili di vita sociale principalmente per quanto riguarda i modi di vivere le relazioni umane, arrivando anche al complesso universo dei sentimenti. L’utilizzo della rete presenta anche diversi svantaggi per via del suo mettere in risalto quelle che sono le capacità relazionali di un individuo in quanto funge da lente di ingrandimento. È nota l’esistenza della forte dipendenza che può scaturire Facebook nei soggetti predisposti per via di una sorta di amico-dipendenza che può causare disagi anche a livello fisico oltre a quelli appartenenti alla sfera familiare e sentimentale. Infine ciò che sembra essere lo scopo dei creatori di questo utile quanto pericoloso sito si realizza nella resa dei propri dati privati, con le conseguenze spiacevoli che possono derivarne ad esempio dall’utilizzo improprio del nome di un personaggio famoso. Capitava una volta di sentir dire alla gente: io ho pochi amici, magari buoni. Oggi è più frequente cogliere un“io ho un tot amici su Facebook”.
Nello specifico, nel primo capitolo si parlerà di amicizia e di come la si vive durante l’età adolescenziale con tutti i relativi disagi che essi possono avere durante quel periodo, dal rapporto conflittuale con i propri genitori alla necessità di fuggire da quella tana che li fa sentire costretti.
Nel secondo capitolo si analizzerà il social network come strumento di interazione con un particolare riferimento a quello più noto quale Facebook, che è arrivato ad essere uno dei siti web più visitati al mondo in poco tempo. Nel terzo capitolo, infine, si sviluppa un’analisi critica del fenomeno e di come questo può modificare le abituali forme di interazione con chi si conosce già e, in parallelo, con chi si vuole conoscere per la prima volta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE In questo elaborato verrà trattato il tema dell’amicizia e dell’introduzione di tutti quegli strumenti elettronici che ne modificano la nascita e il mantenimento come i Social Network e le Web Community. La caratteristica peculiare di un Social Network è quella di stimolare ed agevolare i rapporti sociali basilari, i quali ricordano molto, nello stile, il modo attraverso cui i bambini si relazionano, con poche e semplici frasi per confermare e sostenere la loro relazione di amicizia. Dovrebbe essere chiaro però, che giunti ad una certa età, il senso di un rapporto, qualunque esso sia, dovrebbe andare più in profondità rispetto ad una banale richiesta di amicizia, per soddisfare l’ambigua curiosità di sapere che fine ha fatto tizio, e come è cambiato il suo viso, consapevoli magari che nella realtà di ogni giorno, non ci saremmo spinti oltre ad un “ciao come stai”, carico di convenevoli. Forse è proprio la comodità dell’amicizia a distanza, poco impegnativa e disponibile ogni qual volta se ne senta l’esigenza, a diffondere l’uso di questi strumenti in una società che non ha più tanta voglia di dedicare il proprio tempo all’amicizia reale, in cui si può anche correre il rischio di dover dedicare il proprio tempo e la propria pazienza ad un altro, senza poter stare comodamente seduti a casa propria, e magari proprio nel giorno in cui si sarebbe dovuto fare tutt’altro. La falsa intimità creata dal virtuale però azzera molte differenze e barriere che avremmo da vicino e ci rende più insicuri nella relazione “a pelle” in quanto non più abituati a quel tipo di rapporto. Molte sono le testimonianze di utenti in giro per il web che sostengono quanto poco sia in effetti cambiato il modo di concepire l’amicizia dopo l’avvento degli strumenti del nostro oggetto, semplicemente sono venute alla luce concezioni di amicizia più varie. L'amicizia spesso non è uguale per tutti, non ha per tutti lo stesso valore, lo stesso significato, ognuno la intende in modo personale; c'è chi con la parola amico si riferisce a quella persona con cui esce il sabato sera e va in discoteca ma di cui in realtà non sa niente oltre il nome, e c'è chi chiama amico, quella persona che in quanto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adolescenza
amicizia
community web
facebook
genitori
legami sociali
luoghi fisici
luoghi virtuali
network
rapporti amicali
rapporti amichevoli
rapporti di amicizia
relazioni
relazioni sociali
rete sociale
social
social network
web community

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi