Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il paziente borderline. Il trattamento basato sulla mentalizzazione e la terapia di gruppo

Il paziente borderline si caratterizza oltre che per una sintomatologia florida e camaleontica ma non solo, anche per una ridotta se non addirittura assente capacità di mentalizzare. La tesi concerne quindi il Trattamento basato sulla mentalizzazione (MBT) che rappresenta un modello recente per il trattamento del dist. borderline di personalità, ma integrandolo però alle note potenzialità della terapia di gruppo. La tesi approfondisce anzitutto le caratteristiche cliniche del dist. borderline, la Gruppoanalisi e i fattori terapeutici di gruppo e, in ultimo, il terzo capitolo della tesi verte sull'applicazione congiunta del modello MBT e la terapia di gruppo, come nuova ipotesi terapeutica considerata efficace per il trattamento del paziente borderline.

Mostra/Nascondi contenuto.
II GRUPPOANALISI E TERAPIA DI GRUPPO 1. Cos’è la Gruppoanalisi? La Gruppoanalisi si basa sulla concezione relazionale della sofferenza psichica e sulla cura della situazione sofferente in modo multipersonale. La prospettiva gruppoanalitica propone una lettura della sofferenza psichica come fenomeno relazionale, non riconducibile al mal funzionamento del singolo o ad un’alterazione o “difetto” delle strutture psichiche del soggetto secondo, quindi, una concezione individualista della malattia, bensì come un’esperienza che ha significato entro il network di relazioni entro cui il soggetto è inserito, quali relazioni familiari, istituzionali, culturali, e comunitarie, ed entro la storia psichica e autorappresentazionale del soggetto da parte dello stesso network che lo ha concepito. La Gruppoanalisi si basa su dispositivi di cura e strumenti di cambiamento che implicano la relazione molteplice e, in tal senso, la terapia mediante il gruppo prevede che siano proprio queste relazioni molteplici, che si generano al suo interno, ad essere terapeutiche. Il gruppo terapeutico, la cui finalità è la cura del singolo mediante le relazioni che egli esperisce entro il setting, diviene luogo protetto e tutelato. Ad oggi, la teoria gruppoanalitica della cura non si riduce alla sola terapia di gruppo, che rimane comunque suo strumento elettivo di trattamento, ma si affida a strategie di cura multi-personali che prevedono una più ampia progettualità, avvalendosi di setting di intervento multi-personali composti, non solo dai membri del gruppo stesso, ma anche da tutte le risorse attivabili entro i contesti di vita, includendo il livello di 13

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefania Lo Nigro Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2826 click dal 24/03/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.