Skip to content

Percorsi del giornalismo di moda a Genova tra '800 e '900

Informazioni tesi

  Autore: Gloria Sormani
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: interfacoltà: Scienze Politiche e Lettere e Filosofia
  Corso: informazione ed editoria
  Relatore: Marina Milan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

Parlare di moda vuol dire parlare di un linguaggio universale, il veicolo che meglio ha saputo trasportare il messaggio di questo fenomeno sociale è stato il periodico di carta.
La mia tesi ha come obbiettivo indagare e scoprire tutte le iniziative editoriali del settore moda presenti a Genova per tutto il 1800 e parte del 1900. Se al giorno d'oggi la moda non rientra tra le principale attività economiche della città, nella metà dell''800 il panorama giornalistico di moda genovese si allineava a quello più importante milanese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione È una calda giornata di maggio a Genova, devo raggiungere l’Archivio di Stato di Genova e mi perdo, dopo aver percorso a piedi una salita dalla pendenza mai vista prima, ogni passo inciampo perché il percorso è dissestato, il rivestimento della strada è ancora quello originale; sbuco in una piazza molto grande e molto bella, circondata da palazzi antichissimi, se avessi tempo potrei attraversarla e godere della vista di tutta la città, da dove mi trovo intravedo già qualcosa. Ma devo correre all’Archivio, per consultare i documenti del Ministero dell’Interno che testimonierebbero l’esistenza dei periodici di moda in città; mentre lo raggiungo percorro una stradina stretta, molto piccola dove si percepisce la storia, insomma è un’altra sorpresa; mi convinco del peso che la moda può aver avuto nel passato della città e prende sempre più consistenza il mio progetto di parlare proprio dei giornali di moda: come è possibile che una città tanto antica e raffinata non abbia un retaggio storico-culturale della moda? Perdendomi per le strade di Genova, inizio a conoscere una città sorprendente, ma soprattutto il luogo dove posso coniugare la mia passione per la storia con quella per la moda; eppure da tempo mi “dicono” di essere nel posto sbagliato perché il sistema della moda non fa più parte del comparto economico locale; infatti, come non sapere che oggi giorno sono 3 le città nel mondo più importanti in questo settore: Milano, Parigi, New York, ma riguardo la storia non esiste nessuna ricerca che confermi l’assenza della moda, o meglio, che metta in luce il prestigio ottenuto da tale realtà sociale a Genova. Lo stile tipicamente riservato del popolo genovese, infatti, si traduce in una certa riluttanza nel mostrare il prestigio locale, niente è gridato; ma tale atteggiamento, che appunto si ripercuote su ogni settore, economico e culturale, nel tempo, cerca di essere superato proprio dalle personalità che portano la città ligure nel mondo. Dire, quindi, che a Genova non sia stato fiorente il mercato dell’abbigliamento e non si cerchi ancora adesso di valorizzarlo, non è corretto. Non è così difficile trovare centri di eccellenza sartoriale di lunga tradizione, stando molto attenti alle piccole botteghe, tappa anche di famosi nomi della cultura nazionale; d’altra parte, sono diverse le personalità del territorio divenute autorevoli nella scena internazionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi