Skip to content

Ecoturismo e conservazione: aspettative del visitatore e limiti alla fruizione sostenibile nell'Oasi di Valle Averto (laguna di Venezia)

Informazioni tesi

  Autore: Elisabetta Tomè
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze Forestali ed Ambientali
  Relatore: Tommaso Sitzia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

L’ecoturismo è il turismo praticato in aree naturali relativamente indisturbate, dove l’esperienza di visita si coniuga con la tutela naturalistica, purché siano rispettati i limiti della capacità portante turistica. Il caso di studio della presente tesi è l’Oasi WWF di Valle Averto dove, attraverso la somministrazione di 224 questionari, sono state studiate le caratteristiche demografiche e socio?economiche, le aspettative, la provenienza e la disponibilità a pagare dei visitatori.
Dai dati raccolti è emerso che i visitatori, provenienti da non oltre 40Km di distanza, sono distribuiti prevalentemente nella fascia d’età 35-50 anni, possiedono un livello di preparazione medio?alto e selezionano positivamente la primavera e l’organizzazione di eventi per la visita dell’area. La disponibilità media a pagare il biglietto d’ingresso è di circa 4,20 euro, cui corrisponderebbe un ricavo totale di circa 7.000 euro annui.
Al dimensionamento della capacità di carico concorrono numerosi fattori, il cui controllo richiede la predisposizione di un piano di monitoraggio. Allo stato attuale, dunque, si è preferito fissare una fascia di disturbo diretto attorno ai sentieri con larghezza convenzionalmente crescente in base ai dati riportati in Miller et al. (1998). L’attuale afflusso annuale di visitatori (2.833) corrisponde a un’ampiezza della fascia di disturbo diretto di 8,05 m.
La gestione dell’Oasi dovrà, in definitiva, considerare che, a titolo indicativo, il raddoppio della fascia di disturbo attuale corrisponderebbe a un afflusso di 5.600 visitatori annui, che potrà essere controllato regolando il biglietto d’ingresso o con altri accorgimenti, come discusso nella tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Ecoturismo e conservazione: aspettative del visitatore e limiti alla fruizione sostenibile nell'Oasi di Valle Averto (laguna di Venezia) [1]    1  INTRODUZIONE    La politica delle aree naturali protette ha assunto, ormai, un rilievo istituzionale  poiché ha disegnato una nuova geografia territoriale, che interessa tutte le Regioni italiane,  basata  sulla  riscoperta di  antichi  valori  storici,  sociali,  culturali  e  ambientali (Bernetti e  Marinelli, 1995). La rivalutazione dei parchi e delle riserve ha reso indispensabile l’attuazione  di corrette politiche di organizzazione e gestione territoriale, le cui norme operative sono  mutate contestualmente all’evolversi del concetto di area protetta. Quest’ultima, infatti, da  “elemento di vincolo”, completamente separato dal contesto territoriale di riferimento, è  successivamente reputata uno “strumento dinamico” capace d’integrarsi con la realtà locale  mediante l’inserimento nei circuiti economici, sociali e culturali.   Allo  stato  attuale  delle  conoscenze  pare  assodato  che  un’area  protetta  deve  mirare  al  raggiungimento di una pluralità di obiettivi quali la conservazione delle aree, lo sviluppo  della  ricerca  scientifica,  la  tutela  dei  paesaggi  storici,  la  valorizzazione  ricreativa  del  territorio, la ricerca di forme di sviluppo maggiormente rispettose dell’ambiente (Marangon  e Tempesta, 1999).  Tra le diverse tipologie di attività economiche un ruolo privilegiato è svolto dall’ecoturismo 1   poiché risponde ad alcune caratteristiche fondamentali quali la minimizzazione dell’impatto  ambientale, il miglioramento nella conoscenza dei sistemi naturali e culturali di un’area e la  maggiore tutela e valorizzazione delle aree protette (Fontebasso, 2010).  Il presente lavoro di tesi prende in considerazione il sistema costiero‐lagunare veneziano che  richiama ogni anno circa due milioni di turisti sia italiani sia stranieri (Regione Veneto –  Banca  Dati)  attratti  non  solamente  dalle  strutture  di  balneazione  e  dalle  bellezze  architettoniche, ma anche dagli ambienti umidi della Laguna.  Valle  Averto  s’inserisce  come  Oasi  WWF  in  un’offerta  naturalistica  di  qualità,  dove  la  protezione della flora e della fauna è aspetto prioritario di gestione e il turista‐ visitatore ha  la possibilità di recarsi in un lembo di territorio lagunare ancora intatto.  Come per tutte le Aree Naturali inserite nella Rete Natura 2000, lo strumento territoriale di  pianificazione è costituito dal Piano di Gestione che ne delinea potenzialità, obiettivi e  1  L’UNWTO (2002) definisce ecoturismo un tipo di turismo praticato in aree naturali relativamente indisturbate,  con il principale scopo di goderne, di osservarle, di studiarne ed apprezzarne la natura ed ogni caratteristica  culturale ad essa associata, al fine di promuoverne la tutela, minimizzare l’impatto sull’ambiente e fornire  sostanziali benefici economici alle popolazioni locali. 

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

conservazione
ecologia
economia ambientale
ecoturismo
laguna venezia
pianificazione
valle averto
valutazione contingente
zona umida

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi