Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Terrorismo e contro-terrorismo: il caso dell' Euskadi Ta Askatasuna

Nel 2011 l'organizzazione terrorista ETA riesce ancora ad occupare le prime pagine dei quotidiani Spagnoli e non. Se è certo che la sua attività risulta meno dinamica rispetto a qualche decade fa, è altrettanto vero che la banda continua a rappresentare una minaccia per il popolo e il governo spagnolo.

É possibile sconfiggere un gruppo terrorista? É possibile eliminare il terrorismo?
É questa l'era del tramonto per l'ETA o il gruppo terrorista sta semplicemente vivendo una sorta di stasi strategica nel tentativo di riorganizzarsi e continuare a portare avanti la sua battaglia per "la libertà del popolo e della terra basca"?
A tali interrogativi il percorso di ricerca "Terrorismo e contro-terrorismo: il caso dell'Euskadi Ta Askatasuna" ha cercato di fornire una risposta valida.

Il primo capitolo é di carattere essenzialmente strategico e adotta un approccio analitico nel tentativo di descrivere definizioni, tattiche e strategie del terrorismo, di altri tipi di guerre asimmetriche e del contro-terrorismo, introducendo inoltre numerosi richiami alla teoria della guerra classica e moderna (da Sun Tzu a Clausewitz fino a Warden).

Il secondo capitolo mira a descrivere l'ETA come sistema. Prendendo spunto dal contributo del Col. Warden, il lavoro descrive il gruppo terrorista secondo quelli che sono le sue caratteristiche salienti: organizzazione, leadership, elementi essenziali, elementi essenziali, infrastrutture di sostegno, rapporto con la popolazione e forze militari.

Nel terzo capitolo è presentata l'evoluzione strategica del conflitto basco e del rapporto simbiotico tra attività terrorista e contro-terrorista, dal 1959 fino all'attualità.

A mo' di conclusione, vengono infine proposte delle soluzioni per cercare di capire quale sia il pezzo mancante del puzzle che acconsentirebbe di porre fine alla minaccia rappresentata dall'ETA in maniera definitiva e concreta.

Mostra/Nascondi contenuto.
vi Introduzione L‟ETA è sempre più debole. L‟ETA rappresenta ancora una minaccia per la sicurezza e la libertà del popolo spagnolo. La democrazia spagnola è una democrazia solida. La democrazia spagnola non è in grado di garantire ai propri cittadini la protezione dalla violenza perpetrata dal gruppo terrorista Euskadi Ta Askatasuna. Nonostante ognuna delle suddette affermazioni sia vera, nel loro insieme esse costituiscono una contraddizione sillogistica importante. Il presente lavoro di ricerca prende l‟abbrivio proprio dalla curiosità e dalla volontà di capire perché la Spagna, nonostante il rimarchevole progresso sociale, politico e culturale che ha vissuto negli ultimi trentacinque anni, non sia stata ancora in grado di neutralizzare il pericolo rappresentato dall‟organizzazione terrorista basca. La lente attraverso cui verrà analizzato il conflitto basco, oggetto di questa ricerca, sarà quella strategica, o meglio: degli Studi strategici. Si tratta di un progetto concepito con un certo anticipo: per acquisire una solida base teorica in merito al tema della strategia, della sicurezza e del terrorismo sono stati fondamentali i corsi di Security & Strategy e di International Terrorism seguiti presso la Joseph Korbel School of International Studies della University of Denver, nell‟ambito del progetto di mobilità Overseas. Quanto appreso in seno a tali corsi ha in seguito stimolato la necessità di proseguire con l‟acquisizione dei fondamenti teorici della strategia terrorista e contro-terrorista, entrambe al centro del primo dei tre capitoli di cui si compone la presente ricerca. L‟Euskadi Ta Askatasuna, nel secondo capitolo, è dunque descritta ricorrendo al modello de “il nemico come sistema”, proposto dal Col. John A. Warden, mentre la terza parte – che segue cronologicamente i fatti così come si sono svolti nella storia – tenterà di gettar luce sull‟evoluzione strategica dell‟ETA e sulla risposta contro - terrorista del Governo, dalla nascita dell‟organizzazione fino ai giorni nostri. Alla luce di tale analisi, ci si propone di comprendere a che punto del conflitto ci si trova oggi, quale sia la strategia adottata dall‟ETA e di verificare se la risposta contro- terrorista del governo sia adatta e proporzionata alla minaccia. Infine, si cercherà di

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Valentina Mecca Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1457 click dal 13/04/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.