Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli effetti dei processi di collaborazione e concentrazione tra compagnie aeree sulla competizione nel mercato del trasporto aereo europeo.

L’obiettivo di questo elaborato è di analizzare in maniera dettagliata le peculiarità sia dei processi di alleanza, sia di fusione o acquisizione tra compagnie aeree europee, in modo tale da studiare sia analiticamente, sia empiricamente, gli effetti di queste operazioni sulla competizione nelle rotte comunitarie ed i possibili effetti anti-concorrenziali che da questi possano derivare. Un secondo obiettivo di questa indagine, attraverso il confronto delle caratteristiche delle operazioni di collaborazione e di concentrazione, è quello di creare uno strumento aziendale che possa guidare le compagnie aeree, in base alle proprie condizioni economiche e strutturali, nella scelta di una strategia di crescita esterna attraverso la formazione di un’alleanza piuttosto che una manovra di consolidamento con un altro vettore.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione “Lufthansa prende il comando della corsa alle concentrazioni tra compagnie aeree”, Forbes, 29 Ottobre 2008 “Brussels Airlines si unisce a Star Alliance”, Business Traveller, 12 Dicembre 2008 “Concentrazioni: la Commissione autorizza, a determinate condizioni, la proposta di acquisizione di Vueling e Clickair da parte di Iberia”, EU Press Releases, 9 Gennaio 2009 “Olympic Air e Aegean Airlines discutono una cooperazione”, USATODAY, 12 Febbraio 2010 “British Airways – Iberia: siglata la fusione”, The New York Times, 8 Aprile 2010 “Alitalia stringe una joint venture con Air France-KLM e Delta”, Il Sole 24 Ore, 5 Luglio 2010 “Air Berlin aderirà all’alleanza Oneworld ad inizio 2012”, Il Sole 24 Ore, 27 Luglio 2010 Nell’ultimo decennio è stato molto frequente trovare titoli di giornale come quelli sopra riportati, a testimonianza del fatto che l’industria del trasporto aereo passeggeri, sia in Europa sia a livello globale, sta affrontando dei radicali cambiamenti strutturali che hanno portato ad un mutamento nei rapporti competitivi tra le compagnie aeree. In seguito ai processi di liberalizzazione e di privatizzazione del settore aeronautico della metà degli anni ’90, il mercato aereo europeo è stato caratterizzato da una diffusione massiccia di nuovi vettori, i quali hanno affiancato nel panorama competitivo le ex compagnie di bandiera nazionali, creando così un vivace ambiente concorrenziale, anche grazie all’impiego di una strategia cosiddetta “low-cost” che ha aumentato i benefici per i passeggeri ed ampliato la domanda globale per il servizio di trasporto aereo. Tuttavia, dopo gli eventi terroristici dei primi anni del ventunesimo secolo, gli allarmi di pandemie degli anni successivi e la crisi petrolifera che ha portato nel 2008 il prezzo del carburante a dei livelli record, molte compagnie aeree, in particolare le nuove caratterizzate da una fragilità finanziaria, non sono state più in grado di raggiungere una redditività operativa sufficiente da poter offrire il servizio sul mercato in modo

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Luigi La Mendola Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1092 click dal 18/04/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.